In concomitanza con l’inizio del 31° Salone Internazionale del Libro di Torino, noi di The Brain of Pop Culture abbiamo pensato di contribuire alla battaglia per promuovere la lettura.
Come membri dello staff ci siamo quindi uniti nel redigere una lista contenente i 10 libri che più ci hanno colpito e segnato, o che semplicemente ci sono così tanto piaciuti da volerli consigliare a voi lettori.

 


 

Acqua nera

 

Autore: Joyce Carol Oates
Editore: Il Saggiatore
Pagine: 144
Genere: Fiction

 

acqua nera joyce carol oates
Acqua nera, Joyce Carol Oates; Il Saggiatore

Trama: 4 luglio, metà anni ’90. Grayling Island, Maine. Una Toyota nera corre a tutta velocità. È notte e gli alberi riducono la visibilità. Al volante un senatore degli Stati Uniti, uomo grande e rassicurante, guidatore aggressivo e alticcio, macina la strada con aria decisa: gli restano solo pochi minuti per raggiungere il traghetto che porterà lui e la giovane Elizabeth «Kelly» Kelleher, appena conosciuta nel corso di un esclusivissimo party, verso la terra ferma. Poi, una curva, gli pneumatici perdono aderenza, l’auto impazzita esce di strada, sprofonda nell’acqua nera dell’Indian River. L’uomo riemerge dalla palude e si salva. Ventisei anni, una laurea in Storia americana, una ricerca sulla figura del Senatore, Kelly Kelleher perde la vita. Da questo episodio di cronaca che sconvolse l’America (l’uomo era Ted Kennedy, la ragazza la sua giovane segretaria), Joyce Carol Oates ha tratto un romanzo intenso, una storia che scorre nei minuti in cui Kelly, intrappolata nell’auto, ripercorre per rapidi lampi le ore precedenti l’incidente e la sua intera esistenza. La coscienza abbandona la ragazza, le immagini le affollano la mente mescolandosi e correggendo la sua imprecisa visione della realtà. Ricordi e riflessioni, impressioni e brani di dialogo si alternano in una serie di schegge sempre più confuse. Attorno a questa cupa istantanea, reiterata senza pietà capitolo dopo capitolo, Joyce Carol Oates assembla un quadro brutale della tracotanza dAutore: Douglas Adams
Editore: Mondadori
Pagine: 844
Genere: Fantascienza umoristicael potere e della politica.

Consigliato da: ValeriaLa storia riprende un fatto di cronaca degli anni ’90 che coinvolse Ted Kennedy. La Oates mi piace non solo per il suo stile molto dettagliato ed evocativo, ma anche proprio per le storie che sceglie di raccontare.

 


 

Guida galattica per gli autostoppisti
(ciclo completo)

 

Autore: Douglas Adams
Editore: Mondadori
Pagine: 844
Genere: Fantascienza umoristica

 

guida galattica per gli autostoppisti douglas adams
Guida galattica per gli autostoppisti (ciclo completo), Douglas Adams; Mondadori

Trama: Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell’estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c’è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitargli intorno, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, si trova un minuscolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive da credere ancora che gli orologi da polso digitali siano un’ottima invenzione. Quel pianeta sta per essere distrutto, per lasciare il posto a una gigantesca circonvallazione iperspaziale…

 

 

 

Consigliato da: PaoloUno dei primissimi libri che ho letto. Humor e fantascienza… è stato il mio primo e unico “amore a prima vista”.

 


 

Harry Potter
(saga)

 

Autore: J.K. Rowling
Editore: Salani Editore
Libri: 7
Genere: Fantasy

 

harry potter saga libri

 

Trama: Tutto inizia con Albus Silente, preside della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, costretto ad affidare il piccolo Harry Potter, rimasto orfano, ai suoi zii materni, Vernon e Petunia Dursley. Le angherie che Harry subisce da parte degli zii e del cugino Dudley riempiono la sua vita per dieci anni, fino a quando apprende di essere un mago grazie al Mezzogigante (nonché il guardiacaccia della scuola di Hogwarts) Rubeus Hagrid, il quale gli racconta che i suoi genitori sono stati assassinati dal più grande mago oscuro di tutti i tempi: Lord Voldemort. L’undicenne Harry scopre così di aver diritto a frequentare Hogwarts, la scuola di magia del Regno Unito, dove, insieme ad i suoi nuovi amici Ron e Hermione, passerà i seguenti sei anni. Tuttavia non sarà tutto rose e fiori, poiché Harry è inevitabilmente legato dal fato nella lotta contro Lord Voldemort.

Consigliato da: PaoloCi sono cresciuto e come molti altri ho avuto l’impressione di crescere con il personaggio.
ElisaÈ una di quelle saghe che tutti dovrebbero leggere nell’adolescenza. Magari all’inizio può sembrare infantile, ma i personaggi crescono insieme a noi e, di pari passo, lo fa anche lo stile di scrittura. Il mondo magico creato dalla Rowling poi è bellissimo. Tutti dovrebbero conoscerlo.

 


 

IT

 

Autore: Stephen King
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 1216
Genere: Horror (principalmente, n.d.a)

 

it stephen king
IT, Stephen King; Sperling & Kupfer

Trama: A Derry, una piccola cittadina del Maine, l’autunno si è annunciato con una pioggia torrenziale che sembra non finire mai. Per un bambino come George Denbrough, ben coperto dal suo impermeabile giallo, il più grande divertimento è seguire la barchetta di carta che gli ha costruito il fratello maggiore Bill. Ma le strade sono sdrucciolevoli e George rischia di perdere il suo giocattolo, che infatti si infila in un canale di scolo lungo il marciapiede e sparisce nelle viscere della terra. Cercare di recuperarlo è l’ultimo gesto di George: una creatura spaventosa travestita da clown gli strappa un braccio uccidendolo. A combattere It, il mostro misterioso che prende la forma delle nostre peggiori paure, rimangono Bill e il gruppo di amici con i quali ha fondato il Club dei Perdenti, sette ragazzini capaci di immaginare un mondo senza mostri. Ma It è un nemico implacabile e per sconfiggerlo i ragazzi devono affrontare prove durissime e rischiare la loro stessa vita. E se l’estate successiva, che li ritrova giovani adulti, sembra quella della sconfitta di It, i Perdenti sanno di dover fare una promessa: qualunque cosa succeda, torneranno a Derry per combattere ancora.

Consigliato da: Alessio – Cosa non è quel libro. Il re del brivido crea un mondo, letteralmente. Dà vita ad una cittadina immaginaria e ce la fa vivere sotto mille sfaccettature. Relegare IT al genere Horror è limitativo: IT non è un libro di paura, ma sulla paura e sulle sue sfumature. Ma soprattutto su come si può sconfiggere la paura, che essa sia un pagliaccio o un mostro qualsiasi. E quando finisci di leggere quelle mille e passa pagine ti rendi conto che sei triste perché hai appena lasciato andar via i migliori amici che tu abbia mai avuto.

 


 

La fattoria degli animali

 

Autore: George Orwell
Editore: Mondadori
Pagine: 141
Genere: Allegoria, Satira, Distopia

 

la fattoria degli animali george orwell
La fattoria degli animali, George Orwell; Mondadori

Trama: Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali degli altri. Stanchi dei soprusi, gli animali di una fattoria decidono di ribellarsi agli umani e, cacciato il proprietario, danno vita ad un nuovo ordine fondato sull’uguaglianza. Ben presto, però, emerge tra loro una nuova classe di burocrati, i maiali, che con astuzia, cupidigia e prepotenza si impongono sugli altri animali.

 

 

 

 

Consigliato da: Francesco La fattoria degli animali è probabilmente il libro che più ho amato leggere e, soprattutto, rileggere da ragazzo. I molteplici sottotesti che l’autore mette in ogni singolo personaggio e avvenimento sono stati un giocattolo bellissimo per la mia mente. Crescendo, e quindi conoscendo sempre meglio la storia, ho apprezzato sempre di più la chiave allegorica utilizzata da Orwell per descrivere il dramma di una delle derive autoritarie del ‘900.

 


 

L’ombra del vento

 

Autore: Carlos Ruiz Zafón
Editore: Mondadori
Pagine: 419
Genere: Thriller, Mistero

 

l'ombra del vento
L’ombra del vento, Carlos Ruiz Zafón; Mondadori

Trama: Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo vengono sottratti all’oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro “maledetto” che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell’anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.

 

Consigliato da: ElisaSi legge benissimo e soprattutto si fa leggere. È avvincente, ti tiene con il fiato sospeso ad ogni capitolo e ti fa vivere Barcellona come se fossi lì. Zafón poi riesce a creare delle atmosfere pazzesche, un misto tra thriller, fantasy e a volte addirittura horror (sì, alcuni capitoli è meglio non leggerli prima di andare a dormire), che ti tengono incollato alle pagine. Dopo aver letto questo libro Zafón è diventato il mio autore preferito.
Attenzione: in realtà L’ombra del vento è il primo libro di un ciclo, quello del Cimitero dei Libri Dimenticati (magari esistesse davvero un posto del genere!), ma ogni libro è autoconclusivo e non sono strettamente collegati se non tramite il Cimitero e alcuni personaggi di secondo piano. In parole povere si può leggere tranquillamente anche da solo, ma sicuramente vorrete leggere anche tutti gli altri dopo averlo finito!

 


 

Marina

 

Autore: Carlos Ruiz Zafón
Editore: Mondadori
Pagine: 310
Genere: Thriller, Mistero

 

marina carlos ruiz zafòn
Marina, Carlos Ruiz Zafón; Mondadori

Trama: Barcellona, fine anni Settanta. Oscar Drai è un giovane studente che trascorre gli anni della sua adolescenza in un cupo collegio della città catalana. Colmo di quella dolorosa energia così tipica dell’età, fatta in parti uguali di sogno e insofferenza, Oscar ama allontanarsi non visto dalle soffocanti mura del convitto, per perdersi nel dedalo di vie, ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In occasione di una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa. All’interno, un antico grammofono suona un’ammaliante canzone per voce e pianoforte. Nel momento in cui sottrae l’oggetto e scappa, è sopraffatto da un gesto che risulta inspiegabile a lui per primo. Qualche giorno dopo tutto gli apparirà tanto chiaro quanto splendidamente misterioso. Tornando sui suoi passi per restituire il maltolto, infatti, Oscar incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn. E niente per lui sarà più come prima. Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti inconfessabili del passato di una famiglia e di una Barcellona sempre più amata: segreti che lo spingeranno non solo alla più lunga fuga mai tentata dal detestato collegio, ma anche verso l’irrevocabile fine della sua adolescenza.

Consigliato da: AlessioUn libro che ho amato per il suo saper stravolgere la trama ad ogni passo. Tutto quello che credi viene totalmente stravolto con eleganza. Con protagonisti due giovani fanciulli alla ricerca della verità, la storia subisce mutamenti incredibili, cambiando la prospettiva di quello che hai appena letto pochi capitoli prima. Il passato diventa una bestia difficile da capire e ti porta ad approfondire sempre di più un mistero che non può starsene in disparte.

 


 

Misery

 

Autore: Stephen King
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 396
Genere: Horror psicologico

 

misery stephen king
Misery, Stephen King; Sperling & Kupfer

Trama: Paul Sheldon, un celebre scrittore, viene sequestrato in una casa isolata del Colorado da una sua fanatica ammiratrice. Affetta da gravi turbe psichiche, la donna non gli perdona di avere «eliminato» Misery, il suo personaggio preferito, e gli impone, tra terribili sevizie, di «resuscitarla» in un nuovo romanzo. Paul non ha scelta, pur rendendosi conto che in certi casi la salvezza può essere peggio della morte.

 

 

 

 

 

Consigliato da: AlessioIn poco meno di 400 pagine lo scrittore manifesta una delle migliori esercitazioni di scrittura che abbia mai visto. Il tempo si distorce e vivi con il protagonista l’afflizione di essere segregato in casa per mesi e mesi. Ero convinto di essere io quel personaggio. E quando lui soffre, soffri anche tu che lo leggi. E quando lui desidera morire, desideri morire pure te. Questa cosa è incredibile.

 


 

Orgoglio e pregiudizio

 

Autore: Jane Austen
Editore: Vari
Pagine: 400 ca.
Genere: Romanzo rosa

 

orgoglio e pregiudizio jane austen
Orgoglio e pregiudizio, Jane Austen; ed. Feltrinelli

Trama: La famiglia Bennet è composta dai coniugi Bennet e dalle loro cinque figlie: Jane, Elizabeth, Mary, Catherine (detta anche Kitty) e Lydia. L’obiettivo rimasto alla signora Bennet, vista la mancanza di un figlio maschio che possa ereditare la loro tenuta di Longbourn nell’Hertfordshire, è quello di vedere sposate le sue figlie. Quando il ricco e celibe signor Bingley si trasferisce a Netherfield, una bella dimora in affitto nelle vicinanze, la signora Bennet freme affinché le figlie gli vengano presentate quanto prima e prega il marito di presentarsi a porgere i propri omaggi al nuovo vicino. Da questo momento i destini di Bingley e del suo amico Darcy sono destinati ad intrecciarsi con quelli di Jane ed Elizabeth, ostacolati però da una società frivola e troppo legata alle apparenze.

Consigliato da: MartinaÈ uno dei primi classici che ho letto, ed è stato subito amore a prima vista. Lo rileggo ciclicamente e adoro la protagonista femminile, Elizabeth: ha un carattere forte e un’intelligenza spiccata che le permettono di fronteggiare il “bigottismo” di famiglia, degli spasimanti e della società circostante.

 


 

Una questione privata

 

Autore: Beppe Fenoglio
Editore: Einaudi
Pagine: 132
Genere: Fiction, Storico

 

una questione privata beppe fenoglio
Una questione privata, Beppe Fenoglio; Einaudi

Trama: Nelle Langhe, durante la guerra partigiana, Milton è un giovane studente universitario, ex ufficiale che milita nelle formazioni autonome. Eroe solitario, durante un’azione militare rivede la villa dove aveva abitato Fulvia, una ragazza che egli aveva amato e che ancora ama. Mentre visita i luoghi del suo amore, rievocandone le vicende, viene a sapere che Fulvia si è innamorata di un suo amico, Giorgio: tormentato dalla gelosia, Milton tenta di rintracciare il rivale, scoprendo che è stato catturato dai fascisti…

 

 

 

Consigliato da: GiuliaÈ solo di un centinaio di pagina ma è spettacolare. Il lettore, alla fine di ogni capitolo, resta col fiato sospeso. Nel bel mezzo della Resistenza, del caos più totale, un partigiano abbandona tutto e tutti e corre fino all’ultimo respiro per scoprire la verità sulla donna che ha sempre amato. Sembra una banale storiella ma non è così, tutto si basa su un continuo climax ascendente.

 


 

Questi sono solo alcuni dei libri preferiti dallo staff di The Brain of Pop Culture; fare una classifica dei libri letti è sempre molto difficile e non sono pochi i titoli rimasti fuori da questa lista (tra i tanti Siddharta di Hermann Hesse, Kafka sulla spiaggia di Murakami e qualche opera di Asimov). Ci riserviamo così di poterne stilare un’altra in futuro, lasciando spazio, se vorrete condividerli con noi, anche ai vostri gusti e alle vostre parole.