“Marilyn 1962” è un romanzo di Sebastien Cauchon che racconta gli ultimi mesi di vita dell’eterna icona del cinema Marilyn Monroe, suicidatasi nel 962. La Barry Film, con sede a Berlino, insieme alla collaborazione di Marianne Maddalena, ha ottenuto i diritti di opzione per trasporre il libro in una miniserie composta da 10 puntate. Essa, prodotta da Michel Merkt, porterà sul piccolo schermo quelli che sono gli aspetti della vita e della psiche della mitica diva, attraverso la prospettiva di 12 persone appartenenti al suo entourage, partendo dal suo storico pubblicista ed arrivando al controverso dottore che la seguì.

Merkt, come ricordiamo, è stato un produttore pluripremiato, e per realizzare questo progetto ha intrapreso una collaborazione con Marianne Maddalena, famosa produttrice della serie Scream, pietra miliare del genere horror. Insieme a loro lo stesso scrittore Cauchon sarà il co-produttore esecutivo dell’adattamento cinematografico della sua opera. Cauchon è sempre stato un grande fan di Marilyn Monroe, ed il suo romanzo deriva da anni di ricerche e di interviste a personalità che hanno avuto una relazione con la storica diva; in particolare, la raccolta di memorabilia appartenuti alla Monroe ed acquistati alle varie aste gli furono vitali per identificare i membri dell’entourage dell’attrice, i quali furono la base da cui partire per scrivere il romanzo.

Merkt ha affermato: “Siamo molto entusiasti di lavorare per portare questa visione inesplorata e molto intima sulla persona reale che Marilyn Monroe è stata sullo schermo, grazie alle intuizioni senza precedenti offerte dal libro meticolosamente ricercato di Sebastien Cauchon”.

FONTE: variety.com

Comments

comments

CONDIVIDI
Articolo precedenteMetal Gear Survive: Konami pubblica il primo gameplay
Articolo successivoTopolino festeggia il compleanno di Gastone

Studentessa di scienze biologiche, sono una caposcout e sono cresciuta a pane, libri e film. Ho scoperto Tarantino a 12 anni, con Reservoir Dogs e da lì è stato amore. Adoro le serie Tv, ma cerco di starvi lontana per non passarci tutte le mie giornate. Completamente assuefatta e ossessionata dalla saga di Harry Potter, non disdegno i grandi classici, tra cui Orgoglio e Pregiudizio (il mio preferito) o Jane Eyre. Ultimamente mi sto concentrando su libri di attualità, in particolare quelli riguardanti la condizione della donna nel mondo. Mi piacerebbe riuscire a conciliare il mio futuro lavoro, che vedo dietro un microscopio, alla mia grande passione per la cultura pop.