Una giornata dedicata alla privacy: dal punto di vista legislativo e informatico


Nel 2016 il Linux Day non venne organizzato per problemi di vario genere. Quest’anno a grande richiesta è stato fatto realtà, e gli organizzatori nell’evento hanno inserito interventi di persone del calibro molto alto.

La conferenza è stata organizzata dall’associazione IRLUG, il quale è un insieme di persone che promuovono il sistema operativo GNU/Linux ed il software libero.

Chi è IRLUG?

Come detto precedentemente IRLUG è un insieme di persone associate che portano avanti idee come software open source, tramite l’organizzazione, non a scopo di lucro, di conferenze, convegni, di dimostrazioni a favore della diffusione del software libero. IRLUG sta per Irpinia Linux User Group, i quali si stanno muovendo per far rinascere il concetto di Linux User Group in Irpinia e dintorni.

Passiamo al Linux Day: l’evento è stato organizzato al Tilt – Tatoo bar eventes, il quale ha messo a disposizione la sala per poter proiettare le slides proposte dai vari relatori.

Bar Tilt in via santo spirito
Tilt – tatoo bar events –

Il bar sito in via Santo Spirito, Avellino ha accolto il Linux Day 2017 sabato 28 ottobre dalle 16.00 fino alle 20.30.

I relatori e gli argomenti trattati

Come detto precedentemente il topic dell’evento di quest anno è stato: Privacy e Riservatezza individuale. Chiaramente il discorso “privacy” è molto esteso per essere affrontato in poche ore, poiché le sue sfaccettature sono veramente molteplici. A raccogliere questa sfida che conteneva molte insidie tra le quali poter cadere in tecnicismi ed annoiare il pubblico, sono stati i relatori dell’associazione IRLUG. Vediamo nel dettaglio cosa è successo in questa conferenza.

Rino Ragucci

Il primo a parlare è stato il signor Rino Ragucci, appassionato di fotografia, il quale ha fatto excursus della storia del Linux Day, ha esposto le motivazioni per le quali nel 2016 non fu possibile organizzarlo e con una grandissima umiltà ha presentato il relatore successivo, mettendosi dietro la sua fidatissima telecamera per riprendere al meglio l’evento.

Presentazione e benvenuto di Rino Ragucci
Rino Ragucci

Gaetano Pila

È un giovane, volenteroso associato alla IRLUG che persegue lo scopo dell’associazione. Data la giovane età si è messo in discussione trattando uno dei temi cardini della conferenza, intitolando il suo intervento “Docker: a software technology providing containers”. Egli ha provato a fare una dimostrazione pratica di ciò di cui stava parlando, ma gli imprevisti sono all’ordine del giorno e ha dovuto spostare in un secondo momento la sua prova. In definitiva il suo intervento è stato utile e appassionante.

Presentazione di Gaetano Pila
Gaetano Pila

I breve ha parlato dei containers che sono “enviroment di esecuzione completi ed isolati i quali condividono con il sistema hot, il  kernel. Ha discusso in maniera molto chiara e concisa della differenza ed i vantaggi dei conteiners rispetto alle Virtual Machine;  infine ha parlato di cosa si compone Docker.

Giuseppe Luciano

Altro associato alla IRLUG. Giuseppe Luciano ha affrontato il tema della “Data Economy: Se una merce è gratis, allora la merce sei tu!” 

In sostanza ha parlato di come le pubblicità che ogni giorno troviamo su Facebook, su Twitter e su tutti i social network riguardino esattamente quei prodotti che abbiamo cercato su Amazon o su siti di compra-vendita qualche secondo prima. Giuseppe Luciano chiama questo fenomeno “Pubblicità Personalizzata”. Ne ha spiegato l’idea di base, cercando di chiarire in modo semplice e diretto il significato di Cookie, e di come questi vanno ad intaccare la nostra Privacy. In parole povere, se cerchiamo una lavatrice Samsung almeno altre 400 persone sapranno che noi siamo andati a vedere le caratteristiche di quella lavatrice. Il momento più formativo che ha indotto parecchio in riflessioni è stato la visione di un video. Il famosissimo video intitolato Il mago in Belgio, fa vedere chiaramente come, ai giorni d’oggi si possa far finta di avere poteri soprannaturali con il solo ausilio delle tecnologie. Qui di seguito noi di The Brain, come hanno fatto con noi al Linux Day 2017, ve lo proponiamo a nostra volta.

Il video è stato prodotto con lo slogan “Siate vigili”, appunto perché la nostra privacy è minata costantemente da persone che potrebbero usare quello che trovano in Internet contro ognuno di noi. E di questo ne ha parlato egregiamente Giuseppe Luciano nel suo intervento.

Intervento Giuseppe Luciano
(Big) Data Economy

Maria Orefice: “La tutela della privacy nell’era dei Big Data”

Ed ecco che entra in gioco Maria Orefice, dottoressa di ricerca di Diritto Costituzionale. Ci spiega dal punto di vista legale come si è evoluta nel tempo la nozione di privacy, facendo accenni a cause perlopiù americane che negli anni ’90 fecero molto scalpore. La dottoressa ha anche spiegato come il cittadino, sempre a livello legale, si può tutelare: per esempio l’utente medio che naviga in Internet, quando scarica qualche app o qualche software sul suo pc, quanto meno dovrebbe leggere i termini per il trattamento dei dati e della sua privacy; cosa che invece, per pigrizia o per velocità non si fa mai, ma che sarebbe una buona abitudine da acquisire.

Orefice parla di privacy
Privacy nell’era dei Big Data

3D-Rap: Poly la stampante 3D portatile

Non è venuta tutta l’azienda ma solo due ragazzi a rappresentanza della 3DRap: Beniamino Izzo Domenico Orsi. Come si descrivono:

“3DRap è un laboratorio digitale di prototipazione. Dall’iniziativa di un gruppo di giovani studenti di ingegneria meccanica, con l’intento di innovare il settore della progettazione, nasce la 3DRap s.r.l.s. L’obiettivo di 3DRap è quello di permettere a chiunque di materializzare la propria idea riducendo i costi e i tempi nelle fasi di ingegnerizzazione e prototipazione del prodotto.”

I ragazzi di 3DRap presentano Poly
Poly: stampante portatile 3D

Nel particolare, i ragazzi di 3DRap hanno presentato il loro nuovo progetto: Poly. Una stampante 3D ultra innovativa poiché piccola, performante e portatile. È particolarmente utile, inoltre, per la sua eco-sostenibilità, tanto è vero che i ragazzi ci tenevano in maniera quasi ossessiva a puntualizzare questo “particolare” ; essa ha anche la possibilità di essere usata con una batteria. La piccola stampante innovativa sarà disponibile da Novembre di quest’anno.

Hermann Magliacane: Privacy e IT security – “Come origliano dietro la porta”

È il turno di un altro associato IRLUG, Hermann Magliacane il quale fa luce sui temi di coloro che sono interessati a venire a conoscenza dei fatti del loro vicinato e non. Un po’ come la famosissima serie TV sugli hacker, Mr. Robot, i quali per scoprire informazioni che ritenevano vitali per portare a termine i loro piani, dovevano entrare nei sistemi più protetti al mondo.

IT security e Privacy contro quelli che "origliano"
Hermann Magliacane

È stato un momento di alta formazione e presa di coscienza della realtà che ci circonda, quando il giovane associato prende letteralmente una pallina e la lancia al pubblico. Al ragazzo che ha prontamente preso la pallina viene fatta la domanda: “Ti è mai capitato di avere il sospetto di essere controllato?” ed il ragazzo senza pensarci troppo sopra risponde: “Sì mi è capitato e come! Stavo mangiando il kebab al mio negozio preferito, quando mi arriva una notizia di Google che mi chiede di recensire quel particolare negozio. Al che ci sono rimasto un pochino, poiché avevo GPS spento, tutti i servizi di localizzazione spenti e mi son chiesto come fosse possibile che Google sapesse che io stavo lì in quel momento.” Magliacane poi ha chiesto di lanciare la pallina ad altre persone per poter continuare il giochino. Ma tutto questo è stato fatto per far capire alle persone che non siamo mai perfettamente al sicuro a meno che non si spengano tutti i dispositivi portatili.

Priva-cy o no? Dai programmi di sorveglianza globale ai tool privacy-aware

Ed infine, ma non per importanza hanno fatto il loro intervento l’ingegner Antonio Pirozzi e Angelo Ciampa, i quali sono rispettivamente il Director of Malware Lab @ CSE CYBSEC Enterprise S.P.A.  e l’ITC Sec. Eng. @ Sanniomatica.

Director @CSE CybSec Enterprise
Ing. Antonio Pirozzi.

Nel particolare ci è stato dimostrato come, pur non essendo una cima in informatica, basta avere qualche concetto base e sapere un po’ come muoversi in Internet per poter accedere a tutte le web-cam con indirizzo I.P. del mondo (tutte quelle ovviamente senza password, quelle con password è solo più complicato ma non impossibile). A scopo informativo siamo passati da telecamere in America, in Russia e anche ad Avellino.

Insomma, il Linux Day 2017 racchiude in queste circa 4 ore di conferenza un bagaglio di informazioni non indifferenti, utili al cittadino che come utente medio su Internet DEVE conoscere, al fine di tutelare sé stesso e i propri dati sensibili.