Home » Games » Videogiochi » Bethesda annuncia: “In Wolfenstein II ci saranno un’infinità di modi per uccidere un nazista”

Bethesda annuncia: “In Wolfenstein II ci saranno un’infinità di modi per uccidere un nazista”

Wolfenstein II: The New Colossus 11 nuovi modi per uccidere un nazista.


Tutti conosciamo la storia del Terzo Reich e del nazismo in generale ed in via definitiva tutti odiamo i nazisti. Proprio sull’onda di questo pensiero comune, la Bethesda ha semplicemente afferrato questo odio e ne ha fatto uno sparatutto: Wolfensein. È proprio da qui che parte tutta la storia. Tutti ricordiamo il pluridecorato agente speciale statunitense William “B.J.” Blazkowicz il quale nel primo capitolo della saga viene inviato nella città tedesca di Isenstadt per investigare su una possibile nuova arma misteriosa dei tedeschi. È un’arma capace di imbrigliare il potere di dimensioni parallele che potrebbe far concludere il conflitto a loro vantaggio. La dimensione di cui stiamo parlando viene definita “Il Velo”.

Wolfenstein II: novità per essere dei killer di nazisti migliori.

La Bethesda dopo l’annuncio di Wolfenstein II, ha reso pubblico anche la possibilità di uccidere i nazisti in ben 11 modi diversi. Come ben sappiamo nel primo capitolo del videogame, B.J. poteva usare solo un’arma alla volta. Nel sequel ne potrà usare ben 2 alla volta, anche una diversa dall’altra. Ma abbiamo soltanto cominciato con le novità! Le armi che il giocatore potrà maneggiare saranno anche personalizzabili: per esempio, lungo il percorso tra un nazista e l’altro ucciso, B.J. troverà kit di potenziamento come sistemi di fuoco avanzati, mirini, caricatori estesi, proiettili perforanti per corazze o anche munizioni surriscaldate da poter affiancare montare sulla propria arma e renderla più efficace. Tutto ciò consentirà, dice la Bethesda nel suo comunicato, “di dare priorità ai potenziamenti che più si adattano al suo stile e costruendo l’arsenale perfetto secondo il suo gusto personale.”

 

Armi personalizzabili.
Armi personalizzabili.

 

Il piacere di uccidere i nazisti raddoppia.

B.J. in The New Colossus potrà usare due armi, anche diverse fra loro per dargli la possibilità di fronteggiare le più disparate fila tedesche. Dal semplice soldato al Supersoldat corazzato, dalla squadra d’élite nazista a un Panzerhund, B.J. verrà equipaggiato con la semplice maschinepistole a fuoco rapido con una mano e la potente kampfpistole con l’altra. In definitiva il vantaggio di questa pensata è di poter affrontare non una bensì due tipologie in contemporanea di unità tedesca. Serve, inoltre, per rendere più adrenalinica l’esperienza ludica del player.

Doppia arma doppio risultato.
Doppia arma doppio risultato.

La prospettiva è tutto.

B.J. avrà a disposizione congegni altamente tecnologici che gli consentiranno di accedere a zone altrimenti inaccessibili. Zone sopra elevate per poter raggiungere quei nazisti che si nascondono dietro muri più bassi e la Bethesda scherzosamente afferma:

“Sono tre i dispositivi meccanici integrali disponibili in The New Colossus. B.J. può decidere quale di queste modifiche fisiche sbloccare per prima, fino a poterle utilizzare tutte e tre contemporaneamente per trasformarsi in una macchina “ammazza-nazisti” ancora più letale. Uno di questi macchinari è il Bipode, una coppia di robusti trampoli meccanici altamente tecnologici che non solo permettono a B.J. di raggiungere aree nascoste o zone altrimenti fuori portata, ma gli offrono una visuale a volo d’uccello della zona di battaglia. I nazisti che si nascondono dietro i muri più bassi o scelgono le vie sopraelevate o rimpiangeranno immediatamente la loro scelta quando guarderanno in alto e vedranno Terror Billy svettare su di loro a fuoco spiegato.”

Quindi ci sarà la possibilità di sfruttare punti strategici più alti per poter trucidare nazisti nei modi più impensabili rispetto alla versione precedente.

Bipode: prospettiva dall'alto.
Bipode: prospettiva dall’alto.

“Fatevi largo a spallate.”

Ricordate l’incredibile Hulk il quale ogni volta che incontrava una parete il 100% delle volte la buttava giù e ci passava attraverso? Bene, B.J. in The New Colossus avrà a disposizione un altro congegno chiamato Ariete. È esattamente quello che dice il nome: B.J. in parole povere diventerà letteralmente un ariete e, assicura la Bethesda, “B.J. può avanzare in modo così veloce e poderoso che molti degli ostacoli che gli si parano innanzi, compresi i corpi dei nazisti, vengono semplicemente spazzati via.”

Ariete in Wolfenstein II.
Ariete in Wolfenstein II.

In pratica l’Ariete è quel dispositivo che solo i player più folli potrebbero usare poiché promuove quella che dovrebbe essere un’azione suicida, in una di quelle spettacolari che dovrebbero essere registrate e tramandate ai posteri. Questo dispositivo, a detta della Bethesda consentirebbe anche di sfondare, letteralmente le pareti più instabili.

Furtività, basso profilo e sorpresa: ecco il Costrittore.

Come viene descritto nel comunicato della Bethesda, il Costrittore non è un’arma vera e propria. Tuttavia, questo congegno permette di assottigliare nel verso senso della parola il corpo di B.J. per farlo passare in conduttori, prese d’aria o altri luoghi angusti per poter tendere quante più imboscate possibili ai nemici nazisti. E questo, per gli esperti di giochi in cui non bisogna farsi scoprire è veramente molto importante.

Costrittore in Wolfenstein II.
Costrittore in Wolfenstein II.

 

Armi da mischia.

Citando una frase del produttore esecutivo di MachineGames: “Si possono fare tante cose con un’accetta e un nazista” continuiamo il nostro viaggio all’interno degli 11 nuovi modi di uccidere un nazista in Wolfenstein II parlando della armi da mischia. In un esempio che proviene dal comunicato stampa della Bethesda, nei combattimenti da mischia Blazkowicz sfodererà la sua micidiale accetta per fare letteralmente a pezzi, in un corpo a corpo un nazista.

Armi da mischia.
Armi da mischia.

L’accetta non fa rumore per questo viene preferita dai più quando si vuole cominciare un’azione più o meno furtiva.

 

“Fateli a pezzi a distanza!”

Ovviamente gli sviluppatori del titolo non hanno pensato solamente ad un’accetta da corpo a corpo, bensì anche una da lanciare da una certa distanza.

“Usando delle accette monouso da lancio che abbiano peso sufficiente, B.J. può far fuori i nazisti in modo tanto efficiente (e silenzioso) quanto ingaggiando un attacco ravvicinato. E sapete il bello? Se B.J. incappa in un nazista con un’accetta conficcata nella schiena, può recuperarla e riutilizzarla, risparmiando così munizioni preziose. Questo significa che per uccidere i nazisti un’accetta da lancio non è solo veloce e letale, ma anche riciclabile! Un punto in più a favore dell’ambiente.”

Accette da lancio.
Accette da lancio.

Quindi oltre alle armi normali, oltre alle solite munizioni il giocatore avrà a disposizione anche un ausilio da parte di accette da lancio che in Wolfenstein II potranno essere estratte nuovamente dalla schiena, dal cranio o dal petto di un nazista mal capitato.

 

Dieselkraftwerk: nazisti per aria.

In onore della varietà con la quale vengono uccisi i nazisti in Wolfenstein II, ecco che entra in gioco il Dieselkraftwerk. Un congegno che spara dei globi adesivi di combustibile piazzandoli velocemente in maniera tale che possano esser detonati a distanza premendo un bottone.

DieselKraftwerk
DieselKraftwerk.

È il classico caso nel quale si vuole fare “mambassa” di tutti i nemici e si vogliono velocizzare le azioni per proseguire il gioco. Il grande svantaggio di questo congegno da guerra è che bisogna assicurarsi di trovarsi a debita distanza dagli adesivi esplosivi se non si vuole finire come i nemici nazisti.

 

Laserkraftwerk: squagliare nazisti non è mai stato così semplice.

Sulla stessa linea di pensiero del DieselKraftwerk, quelli della Bethesda hanno pensato bene di far tornare il Laserkraftwerk. In parole povere è un “coltello nel burro” anche contro le corazze più spesse, l’importante è che l’arma venga costantemente rifornita di carburante. In sostanza è un accumulatore di energia modificato che spara raggi laser capaci di dissolvere letteralmente i nemici.

Laserkraftwerk.
Laserkraftwerk.

Questo piccolo gioiellino lo si può ottenere se la timeline di Fergus prevarrà su quella di Wyatt in The New Colossus.

 

Wolfenstein II: The New Colossus anche per Nintendo Switch.

Bethesda con MachineGames hanno pensato bene di non dover far scomodare il proprio fan per farlo andare per forza davanti la console. Wolfenstein II: The New Colossus sarà disponibile anche per la nuova console Nintendo Switch. I giocatori, infatti, potranno trasferire tutti i loro salvataggi dalla console fissa a quella portatile. Tuttavia i produttori ragguagliano i giocatori:

“Ovviamente state attenti quando giocate The New Colossus sui mezzi pubblici: combattere i nazisti è una causa che chiunque sposerebbe, ma questo non significa che i contenuti siano adatti a ogni età.”

“La belva sputafuoco”.

Ultima ma non per importanza, anzi è la “firma” del marchio Wolfenstein è un quadrupede robotico sputafuoco. Praticamente B.J. cavalcherà questo destriero infernale che farà tornare alla cenere i nostri “cari amici” nazisti. Nel comunicato stampa i produttori con simpatica ironia:

“Rivolgere questa macchina disumana contro i suoi stessi disumani creatori è quel genere di ironia catartica per cui tanto B.J. quanto noi, andiamo pazzi. Per quella e, ovviamente, per il fatto che è un robot sputa fuoco che incenerisce i nazisti.”

Destriero infernale.
Destriero infernale.

Insomma, un fiammifero non reggerebbe il confronto con questa diavoleria ammazza-nazisti.

Quando sarà disponibile?

Per tutti coloro che hanno un bisogno irrefrenabile di trucidare in quantità industriali i nazisti nei modi più disparati possibili, la Bethesda e la MachineGames pubblicheranno Wolfenstein II: The New Colossus il 27 ottobre 2017 per Xbox One, Plystation 4 e PC. La versione per Nintendo Switch è prevista per il 2018.

Vincitore di oltre 100 premi all’E3 2017, Wolfenstein II: The New Colossus ha ottenuto quattro nomination agli E3 Game Critics Awards (tra cui “Best of Show“) e ha vinto il premio come “Best Action Game“.

 

Comments

comments

Previous post
Rick and Morty: paura e delirio al McDonald's per la salsa Szechuan
logo sergio bonelli editore the brain 04
Next post
Sergio Bonelli Editore verso Lucca Comics & Games 2017 (parte 3)

No Comment

Leave a reply