Home » Intrattenimento » Anime & Manga » Nuovo manga dell’autrice di Emma e I Giorni della Sposa

Nuovo manga dell’autrice di Emma e I Giorni della Sposa

Kaoru Mori fa parlare di sé con un nuovo lavoro molto “appetitoso”!


Forse dovremo aspettare ancora un po’ per veder continuare la storia di Amira e Karluk, perchè la mangaka Kaoru Mori è attualmente a lavoro su Minna de Tsukurō! Chūō Asia Cooking (Prepariamolo tutti assieme! La cucina dell’Asia centrale). Minna de Tsukurō è un nuovo progetto realizzato in collaborazione con il MOFA (Ministry of Foreign Affairs of Japan), sul sito del quale ha debuttato appena qualche giorno fa il primo capitolo.

Il manga andrà a mostrare diversi piatti tipici della cucina del Giappone e dell’Asia Centrale. Ogni nazione che presenterà i propri piatti è rappresentata una ragazza vestita con abiti caratteristi: nel primo capitolo la giovane donna che personifica il Giappone presenta il Kazakistan, il Kirghizistan, il Tagikistan, il Turkmenistan e l’Uzbekistan. Si può quindi intuire che la serie sarà composta, oltre che dal primo, da altri 6 volumi che conterranno ognuno una ricetta.

personaggi di Prepariamolo tutti assieme
nazioni umanizzate di Minna de Tsukurō!

Rispetto a quello a cui siamo abituati, i disegni sembrano abbastanza semplici e non ricchi di quei dettagli che la Mori è solita inserire. Questo probabilmente per sottolineare i piatti che verranno presentati e la loro preparazione, cosa che, si sa, sta molto a cuore all’autrice, sempre curiosa nei confronti delle altre culture.

È noto infatti come Kaoru Mori impieghi la maggior parte del tempo di creazione delle proprie opere documentandosi sia su libri che in veri viaggi nei luoghi che faranno da sfondo alla storia. Anche quando è stata ospite lo scorso anno a Lucca Comics aveva annunciato un suo imminente viaggio in Asia Centrale che avrebbe causato uno “stop” de I Giorni della Sposa. La maggior parte dei presenti aveva pensato che si trattasse proprio di un modo per documentarsi ulteriormente per la realizzazione dei capitoli successivi dell’opera: i disegni, già dai primi volumi, sono ricchi di dettagli, dalle decorazioni dei tappeti e degli abiti alle intagliature nel legno all’interno delle case. A quanto pare, però, si trattava di una visita il cui interesse era indirizzato più verso la gastronomia che i costumi o le strutture delle città.

Viene giustamente da pensare, allora, che i piatti presentati saranno molto verosimili anche per quanto riguarda i procedimenti di preparazione. Inoltre, il primo capitolo (e probabilmente i successivi) è completamente a colori così da valorizzare ancora di più le specialità gastronomiche.

 

Ma da cosa nasce l’idea di questo manga? Dalla prima pagina scopriamo che è stato realizzato per festeggiare la decima edizione della Tokyo Dialogue: “Chūō Asia + Nihon” (Asia Centrale + Giappone), tenutasi pochi giorni fa. In aggiunta a questo va detto che Minna de Tsukurō! fa anche parte di un progetto che segna il 25° anniversario dalla nascita delle prime relazioni diplomatiche tra il Giappone e le vicine nazioni dell’Asia Centrale; vi partecipano anche il The Global Forum of Japan e la Japan’s Central Asian Cuisine Association.

Infine, i personaggi visti sopra disegnati da Kaoru Mori compaiono in una serie di video diffusi dal canale ufficiale YouTube del MOFA. Partendo da un video prologo, ne sono seguiti altri 3 ognuno con una ricetta probabilmente corrispondente a quella del relativo volume.

 

Video Prologo


Prima ricetta – tutorial


Seconda ricetta – tutorial


Terza ricetta – Tutorial


Naturalmente speriamo che prima o poi venga pubblicata anche una versione in italiano, o almeno in inglese, così da poterci cimentare anche noi in questi strani piatti dall’aspetto invitante.

Ricordo inoltre, per chi volesse recuperare le opere di Kaoru Mori, che EmmaI Giorni della SposaShirley sono state pubblicate in Italia da J-Pop.

 

 

Fonte: MangaMAG

Comments

comments

Guardiani della Galassia Manga 0001
Previous post
Guardiani della Galassia: ecco anche il manga!
Next post
A Roma verranno esposte sessanta opere di Claude Monet

No Comment

Leave a reply