Home » Intrattenimento » Musica » BayFest 2017: secondo giorno con Shandon, Pennywise e Bad Religion

BayFest 2017: secondo giorno con Shandon, Pennywise e Bad Religion

Si è svolto in data 14 agosto 2017 il secondo giorno di BayFest 2017, festival dedicato al mondo del punk e dell’hardcore con sede ad Igea Marina, Reggio Emilia. Si sono esibiti – tra i nomi più importanti – Andead, Shandon, Good Riddance e gli iconici Pennywise e Bad Religion.

Il vocalist e giornalista Andrea Rock con la sua band, gli Andead, ha portato sul palco un sound tra punk rock e hardcore, dando il via ad un concerto da urlo. Una tracklist energica e dal forte impatto sonoro, il pubblico non è stato un attimo fermo.

Con The Brain of Pop Culture abbiamo intervistato Andrea Rock prima della sua esibizione.

Dopo gli Andead è stato il turno degli Shandon, celebre band del panorama Ska-Core/Alternative italiano ed europeo. Le ovazioni per la band di Olly Riva e Max Finazzi sono state molteplici, gli spettatori hanno pogato e cantato in coro tutte le loro canzoni. La band ha proposto molti pezzi tratti da Not so happy to be sad, Fetish e Sixtynine tra cui Noir, Ruvida e Questo si chiama Ska. Mancata stranamente all’appello Viola, una delle loro canzoni più apprezzate.

Unica nota negativa: gli è stato concesso troppo poco tempo.

Con The Brain of Pop Culture abbiamo intervistato Olly Riva prima della sua esibizione.

I Good Riddance con il loro skate-punk/hardcore hanno dimostrato di essere una tra le live band migliori di questa line-up. Il gruppo di Russ Rankin ha proposto un concerto energico e politico, in pieno con le sonorità ’90s che hanno contraddistinto la band. Sicuramente il precedente scioglimento giovato molto al gruppo che è ritornato con una grande passione e voglia di promuovere il proprio progetto al meglio.

Penultima band e co-headliner sono stati i Pennywise, originari della California. Scaletta aggressiva e piena di ritmo quella del gruppo che prende il nome dal celebre pagliaccio del libro IT di Stephen King. Oltre a suonare sul palco le celebri Fuck Authority e Society, la band ha proposto 3 cover riarrangiate nel loro stile Stand By Me, TNT e (You Gotta) Fight For Your Right (To Party).

Ultimi gli headliner sono stati i Bad Religion, capitanati dal leggendario Professore ed icona punk Greg Graffin. Il professore della UCLA ha tenuto la sua lezione davanti ad un pubblico attento e con tanta voglia di imparare la storia del vero punk, come mamma lo ha fatto. La band è partita subito con American Jesus, quasi a voler sbolognare velocemente la loro canzone più famosa per dedicarsi con passione al resto della tracklist. Il Prof in formissima ha sfoggiato un look molto sobrio, costituito da polo, pantaloncino e meravigliosi occhiali da vista. Tralasciando per un attimo gli scherzi, l’ora dei Bad Religion è stata la più aggressiva, violenta e dal messaggio più intenso.

L’ultimo giorno 15 agosto 2017 sarà invece dedicato agli Vanilla SkyIgnite, Anti-Flag e Rise Against.

Articolo a cura di Antonio Preziosi

Foto di Jacopo De Benedictis 

Comments

comments

Previous post
Spotify Music - for Xbox One: rendi i tuoi momenti ingame unici!
Next post
Topo Maltese di Enna e Cavazzano è sbarcato in Francia

No Comment

Leave a reply