Home » Games » Videogiochi » Assassin’s Creed: Origins, 10 anni di Assassini

Assassin’s Creed: Origins, 10 anni di Assassini

Assassin’s Creed: Origins, dall’inizio del mito, passando attraverso tempi più recenti, per arrivare poi alle origini.

Tutti gli Assassini escluso Bayek

 

Da Altaïr a Ezio Auditore, da Shao Jun, l’ultima Assassina rimasta della Confraternita cinese, al timoniere pirata Edward Kenway, la saga di Assassin’s Creed dal 27 Ottobre 2017 ci catapulterà in un’epoca più antica: nell’Egitto prima di Cristo. Sono oramai 10 anni che la Ubisoft delizia i polpastrelli dei players di tutto il mondo con questa opera d’arte. Un’idea stratosferica che il pubblico del gaming ha apprezzato fin dal primo capitolo. Proprio per questo, in onore del prossimo capitolo, con un restyling completamente nuovo, vogliamo ripercorrere con voi la storia di Assassin’s Creed, partendo dal mitico Altaïr Ibn-La’Ahad per finire all’assassino egiziano Bayekil, quale verrà seguito da un’aquila che egli chiama Senu.

Gameplay in cui Bayek si trova in combattimento contro una guardia

 

Ma partiamo in ordine (non temporale):

Assassin’s Creed (2007):

Chi non ricorda il primo trailer della famosissima saga. Si comincia con l’assassino Altaïr Ibn-La’Ahad il quale, appostato sopra un campanile, punta l’obiettivo. Ed il resto…beh, il trailer catapulta tutti quanti in 2 minuti di nostalgia.

Il video, i movimenti del personaggio, le varie dinamiche del gioco sono alquanto macchinose. Tuttavia Assassin’s Creed ha saputo stregare, letteralmente, i cuori dei giocatori fin da subito.

 

Assassin’s Creed II

Successivamente al primo nel 2009 fece la sua comparsa Ezio Auditore, uno dei personaggi più amati della serie. Egli, un giovane nobile del 1476, uccide per vendetta Uberto Alberti, funzionario corrotto in combutta con i Templari, il quale ha ucciso il padre ed i fratelli di Ezio. In questo Assassin’s Creed il giovane Ezio farà amicizia anche con Leonardo Da Vinci.

 

Assassin’s Creed: Brotherhood

In questo capitolo Ezio Auditore avrà a che fare con i Templari e con i Borgia per la conquista di Roma. Il tema principale di questo gioco è rappresentato dalla ricerca spasmodica della mitologica Mela dell’Eden. Al solo tocco, in breve, essa sprigiona poteri assurdi e rende capace chi la possiede di manipolare lo spazio ed il tempo.

 

Assassin’s Creed: Revelations

Nel 2011 la Ubisoft ci delizia dando al popolo dei gamers delle risposte. Esse riguardano principalmente il perché del viaggio di Desmond. Egli infatti nel corso del gioco incontrerà nuovamente Minerva, accompagnata da Giove e da Giunone, i quali gli rivelano che la Mela dell’Eden non va utilizzata al fine di scongiurare una catastrofe che accadde millenni prima.

 

Assassin’s Creed III

Quando si dice il “sequel” di qualcosa. Assassin’s Creed III riprede esattamente dalla fine del Revelations. Desmond, dopo essersi risvegliato dal coma che nell’episodio precedente gli aveva portato l’apparizione di Giove, Giunone e Minerva, dovrà recuperare tre importantissime chiavi per aprire il Grande Tempio. Egli inoltre rivivrà i ricordi di Haytham Kenway (figlio di Edward Kenway, protagonista di Assassin’s Creed IV: Black Flag) e di Connor Kenway figlio di Haytham.

 

Assassin’s Creed IV: Black Flag

Con Assassin’s Creed IV: Black Flag la Ubisoft fa un salto epocale di circa 200 anni. Siamo precisamente nel 17, al largo di Cuba, nell’era dei pirati. Edward Kenway,un timoniere pirata, sconfigge una fregata inglese. In essa trova sul corpo di un uomo un cubo ed una lettera nella quale si dichiarava di dare, a chiunque avesse riportato quell’oggetto indietro, una cospicua ricompensa. Dunque Edward, per ricevere la ricompensa in questione, si ritrova puntualmente nel conflitto tra Assassini e Templari.

 

Assassin’s Creed: Rogue

Questa volta siamo nel 1754, periodo in cui le tensioni fra Francia ed Inghilterra era alle stelle. Il protagonista del gioco è un giovane assassino unitosi alla Confraternita in America, Shay Patrick Cormac, sotto l’ala protettrice del suo mentore Achille Davenport. Shay avrà a che fare col famosissimo inventore dell’elettricità: Benjamin Franklin. La storia di questo giovane si svolge fino ad arrivare nel nord dell’Atlantico, in una cripta sotto i ghiacci dove il mentore di Shay apprenderà una scomoda verità. Il viaggio di Shay si conclude a Versailles nel 1776, dove trova ed uccide l’assassino Charles Dorian (padre di Arno Dorian, in Assassin’s Creed: Unity).

 

Assassin’s Creed: Unity

La Rivoluzione Francese fu mossa dal popolo. Le persone lottarono insieme contro l’oppressione. Quest’anno, e per la prima volta nella storia del franchise di Assassin’s Creed®, unisciti ai tuoi amici e combatti per distruggere i simboli dell’oppressione. L’esperienza online che avevi sempre desiderato ti sta aspettando!

Così viene descritto Assassin’s Creed: Unity nel canale ufficiale da dove provengono tutti i trailers. In questo episodio troviamo un Assassino francese, Arno Dorian, nato nel 1768, il quale nel 1789 viene imprigionato nella Bastiglia. dove incontra Pierre Bellec. Con Pierre si addestra sotto le regole della confraternita di Bellec.

 

Assassin’s Creed: Syndicate

Nella Londra del 1868 si vestono i panni del carismatico assassino Jacob Frye il quale, insieme alla sorella Evie Frye, combattono,  in piena rivoluzione industriale, per sconfiggere chi “nel nome del progresso” sfrutta i poveri.

 

Assassin’s Creed: Origins

E per ultimo, ma non per importanza, Assassin’s Creed: Origins. La Ubisoft in questo episodio ci narra le gesta di un assassino di nome Bayek il quale è seguito dalla sua fedelissima aquila Senu. Il gioco uscirà il 27 Ottobre 2017. E’ il primo gioco ad essere ambientato prima della nascita di Cristo. Il portale GamingBolt ha intervistato il direttore creativo di Assassin’s Creed Origins Ashraf Ismmail il quale afferma:

L’idea dietro la produzione di Bayek è che lui sia l’Antico Egitto. Nella storia che stiamo raccontando, se lui rappresenta l’Antico Egitto, cosa deve fare o diventare quando il suo mondo starà morendo, quando il nuovo mondo arriverà? E cosa dovrà diventare per sopravvivere in questo nuovo mondo? Quindi questo è il viaggio che dobbiamo intraprendere con Bayek, ed è un viaggio che porta alla nascita della Confraternita.

Egli, rivelando altre informazioni sul personaggio di Bayek, continua:

E’ un personaggio altamente reattivo. Quando la vita è piena, lui ride, è felice, è incredibile. Ma quando ne è a corto egli è fortemente reattivo, molto emotivo. Ma, è un personaggio che ha compassione e simpatia per le persone. La sua capacità di combattimento è altamente performante.

 

Ebbene, questo Assassin’s Creed: Origins è un gioco dalle grandi attese. Il popolo del “piccolo schermo” lo attende con l’hype a mille, date le promesse fatte dal team di sviluppo del gioco, i quali affermano che “il giocatore avrà a che fare con ambientazioni imprevedibili, scenari da esplorare che vanno dalle oasi al Mar Mediterraneo fino alle tombe di Giza” e, come se non bastasse cari miei lettori, dovremo districarci tra fazioni pericolose e belve selvagge. Tutto questo dal 27 Ottobre 2017.

Comments

comments

Previous post
Vanilla Sky: il ritorno della band con "Stranger Things"
Arriva Lost Girls, il primo spin-off di Attack On Titan
Next post
Attack On Titan - Lost Girls diventa un anime

No Comment

Leave a reply