Rick Remender la tocca di nuovo piano col suo ultimo gioiello: Tokyo Ghost.
Ebbene, per chi non ne fosse a conoscenza, Tokyo Ghost mescola i più vividi elementi sci-fi unendoli ad un’atmosfera pulp, dove i due protagonisti, Debbie e Led, figurano a tutta velocità in un clima underground che farebbe girare la testa a chiunque!

Led corre con la sua moto!

A rendere davvero peculiare il lavoro di Remender, è il tema della pubblicità. Fin dai primi capitoli infatti, i due personaggi si troveranno catatpultati in un mondo dove, molteplici e più disparate tecnologie a parte, tutto è stato divorato da immagini pubblicitarie al neon affise su grattacieli altissimi o, ancora più esaltante, direttamente sparate nel cervello, quasi come se il dominio pubblicitario potesse prendere il controllo della persona stessa, così da cancellarne l’individualità. E già soltanto per questo motivo diventa quasi imprescindibile l’acquisto del fumetto in questione, dove attraverso una parafrasi eccelsa, l’attualità di un mondo divorato da sponsor e pubblicità ci viene proposta in una maniera davvero geniale!

Lo Sci-fi Underground!

Remender non manca di toccare altre tematiche più classiche, come l’unione coniugale e ciò a cui corrisponde quella sottile linea rossa chiamata giustizia. È di giustizia, infatti, che si parla nel fumetto in questione, ma senza dilungarmi troppo, vi basti pensare che i due magnifici protagonisti ritratti sulla cover, sono null’altro che… dei poliziotti!

Corse folli!

A condire il tutto in maniera esaltante poi, si aggiunge un comparto grafico davvero mozzafiato.
Sean Murphy si pone in un aspetto del disegno davvero molto interessante, il suo tratto infatti è caratterizzato da un dinamismo che fa del tratteggio e del chiaroscuro i suoi punti focali. Se lo si osserva più attentamente poi, in vari schizzi da lui realizzati in bianco e nero, si può ben notare come anche l’acquarello sia uno strumento che il disegnatore ritiene fondamentale per la sua arte. Ciò che di Sean Murphy viene sottolineato nel suo lavoro su Tokyo Ghost, è anche come il comics artist riesca ad architettare dei volti oltremodo riconoscibili, molto personali nelle loro caricature e soprattutto assolutamente differenti fra loro. Ciò rende ben caratterizzato ogni personaggio che, quando appare sulla tavola, sembra esser stato studiato ed architettato in maniera talmente geniale da meritarsi un fumetto tutto suo.
Infine, la Bao Publishing ci mostra il prodotto attraverso il suo solito ottimo formato, ad un prezzo ben più che conveniente: 14 euro per portarsi a casa uno dei tantissimi capolavori targati Remender!