Ecco le attesissime parole che ieri sera Eddie Vedder ha voluto dedicare all’amico Chris Cornell durante un suo concerto all’Hammersmith Apollo di Londra.

“In questi giorni a volte mi riesce difficile concentrarmi… Ci sono alcune cose di cui finora non ho parlato, e ormai sta diventando lampante, perché ho perso un grande amico… Sono cresciuto con tre fratelli, e ne ho perso uno due anni fa in un tragico incidente. Dopo aver perso lui e un po’ di altre persone alle quali volevo bene, non sto più bene, nel senso che non voglio più accettare questa realtà, e questo è il modo col quale sto affrontando la cosa.

Quindi voglio esserci per la sua famiglia, per la comunità, per i miei fratelli nella mia band, sicuramente per i fratelli della sua band. Ma queste cose richiedono tempo, e nel frattempo il mio amico non ci sarà più.

Per queste cose ci vuole tempo e io voglio mandare questo messaggio a chiunque sia stato colpito da questa perdita(…)

Lui per me non era solo un amico, ma qualcuno al quale guardavo come se fosse un fratello maggiore.

Due giorni dopo la notizia della sua morte, credo fosse la seconda notte, dormivamo in questo cottage vicino all’acqua, in posto che lui avrebbe adorato. Mi sono venuti in mente questi ricordi verso l’una e mezza, come se volessero svegliarmi. Erano grandi ricordi, di quelli che avrei dovuto avere sempre in testa. E non sono riuscito a fermarli, i ricordi. Anche se cercavo di dormire, era come se i vicini avessero la musica alta e non potessi farci niente.

Ma poi è andata bene perché sono arrivati anche i ricordi più piccoli, che continuavano a riaffiorare. Sapete: questi erano piccoli ricordi, e io ne ho per ore. Ma quanto sono stato fortunato? Non voglio essere triste, quindi. Semmai grato, ma non triste. Penso ancora a questi ricordi, vivrò con questi ricordi nel cuore e gli vorrò bene per sempre”.

Riguardiamoli insieme ancora una volta nel video di “Hunger Strike”: