Nel 2013, mentre a Venezia veniva presentato il suo Si alza il vento, Hayao Miyazaki annunciò il suo ritiro dalle attività cinematografiche smorzando l’entusiasmo di tutti gli ammiratori del regista giapponese nel mondo. Entusiasmo che però è tornato a circolare di recente grazie al concretizzarsi della speranza che il Maestro torni al lavoro per una nuova, e stavolta davvero ultima, pellicola.

Il contributo di Miyazaki all’intero mondo dell’animazione è cosa nota, basti pensare a capolavori come l’iconico Il mio vicino Totoro (1988) e il premio Oscar La città incantata (2001) che, insieme a molte altre opere, lo hanno reso una colonna portante dello Studio Ghibli.

Anche se si era già parlato di un suo ritorno nel novembre 2016, è proprio grazie ad un annuncio di lavoro dello studio cinematografico che in questi giorni prende forma la reale possibilità di avere un nuovo film diretto da Miyazaki.
Lo Studio Ghibli sta infatti cercando nuovi animatori a cui proporre un contratto della durata di 3 anni a partire dall’1 ottobre prossimo, al fine di realizzare l’ultimo lungometraggio del regista 76enne.

Quindi, per quanto qualche mese fa il produttore Toshio Suzuki abbia “raffreddato gli animi”  e negato qualsiasi certezza poiché il progetto richiede molto personale a disposizione, è ormai ufficiale che qualcosa si sta muovendo.
Tuttavia c’è da credere che questo sarà, eventualmente, davvero l’ultimo lungometraggio d’animazione firmato Miyazaki, vista la sua età ormai avanzata e i suoi problemi di salute.

FONTE: Engadget