Home » Intrattenimento » Cinema » Nerve: osservatore o giocatore?

Nerve: osservatore o giocatore?

Si sa, per avere più like su Instagram serve mettere gli hashtag, per divertirsi su Facebook basta mettere la reazione petalosa a qualsiasi post condiviso, ma fin dove si spinge l’influenza che possono avere i social network? Per rispondere a questa domanda, i registi Henry Joost e Ariel Schulman hanno diretto Nerve, il film uscito in America nel 2016, con Emma Roberts e Dave Franco e atteso nelle sale italiane il 15 giugno.

La bionda e buona Vee ha una vita normale, al limite della piattezza, così la sua amica Sydney la sprona a rischiare di più, iscrivendosi alla piattaforma Nerve: gli osservatori pagano per vedere i giocatori vincere sfide sempre più difficili, al limite dell’impossibile, in cambio di soldi, attimi di idolatria e visibilità sui social. Ma il mondo reale si mischia sempre di più con il gioco, finché non si scopre l’aspetto più macabro e inquietante, che ha portato anche alla morte di un ragazzo.

Sebbene a livello di sceneggiatura il lavoro di Jessica Sharzer, forse più abituata a trame come quelle di American Horror Story, lasci un po’ a desiderare per il poco spessore, il film è sicuramente di impatto se collegato a ciò che sta succedendo in Russia, tragedia resa ancora più nota grazie al servizio delle Iene trasmesso il 14 maggio. Più di cento ragazzi, tra i nove e i diciassette anni, sono stati spinti al suicidio proprio per colpa di un gioco online che li ha manipolati psicologicamente, rendendoli dei burattini in mano ai loro tutor, che assegnavano loro delle regole da seguire. In questo caso, però, il gioco dura cinquanta giorni e raggiunge picchi di crudeltà e sadismo difficili da concepire. Il fenomeno, oltre ad essere presente in Russia, si sta dilagando anche in Gran Bretagna e Brasile, a macchia d’olio. Si chiama Blue Whale, poiché a volte le balene decidono di suicidarsi arenandosi sulla spiaggia.

Quanto c’è di vero in questa storia è ancora da accertare, c’è da chiedersi, però, quanto sarebbe improbabile che qualcuno di noi inizi un gioco come Nerve per avere qualche cuoricino in più sulla sua foto profilo?

Comments

comments

Anteprima foto nuovo set Star Wars
Previous post
Han Solo: a Star Wars Story, online le prime foto di Alden Ehrenreich sul set delle Canarie
Chi è Miguel Parra?
Next post
Injustice 2: Chi è Miguel Parra?

No Comment

Leave a reply