Il frontman della band torna a far parlare di sé a seguito delle critiche ricevute dai fan.


Chester Bennington, frontman ormai storico dei Linkin Park, è tornato di nuovo a far parlare di sé a seguito di un’intervista rilasciata nelle scorse ore su Kerrang!. Il cantante sembrerebbe infatti non accettare bene le critiche dei fan verso il cambio musicale dell’ultimo album, One More Light e nonostante siano passati solo pochi giorni da quello che sembrava essere un caso isolato. Chester torna a reagire male alle critiche sfogandosi un’ennesima volta coi fan e sul loro “mancato” supporto.

Di seguito le dichiarazioni ufficiali:

«Se ascolti una canzone, e di riflesso “non ti piace” perché “non contiene del metal”, è ok mi sta bene. Ma se sei il tipo che dice: “Hanno fatto una scelta di mercato per fare soldi facili” allora ti dico che ci vediamo fuori e ti prendo a pugni in faccia, perché questo è fottutamente sbagliato. Perché sai cosa? Chiamarci venduti è una scusa così fottutamente stupida per giustificare il fatto che la canzone non ti piace. E’ da sfigati. Quando una band decide di correre dei rischi, sa bene quello che dovrà affrontare. Il pezzo potrà piacere o meno – ma non importa. Quel che conta è che la band avrà fatto quello che sentiva importante fare. Questo è quello che significa essere un artista. Quando decidemmo di scrivere ‘Minutes To Midnight’, ne parlammo e sapevamo che poteva essere la fine della nostra carriera. Sentivamo che era giusto da fare nonostante potesse essere la peggior scelta mai fatta dal punto di vista professionale, ma, dal punto di vista creativo la migliore. Ci sentivamo a posto, potevamo conviverci. Ma adesso è diverso. Quando attacchi personalmente qualcuno per ciò che è come individuo, devi tacere. Non è più una questione di musica, potrei davvero prenderla sul personale e voler ucciderti.»


Il nuovo album dei Linkin Park, “One More Light”, è stato rilasciato la settimana scorsa e segnerà il loro ritorno in live a Monza, il 17 Giugno per gli I-Days di Milano. Continuate a seguirci per altri aggiornamenti.

Fonte: TeamRock