L’ultimo film di Shia LaBeouf ha guadagnato 7 sterline al botteghino inglese, ma noi vi spieghiamo cos’è successo davvero.

Si è parlato molto negli ultimi giorni del record registrato dall’ultimo film dell’attore Shia LaBeouf, “Man Down”; la pellicola avrebbe infatti guadagnato un complessivo di 7 sterline durante il primo weekend d’apertura in Inghilterra, vale a dire un solo biglietto venduto. LaBeouf, oltre ad esser ultimamente conosciuto per le sue stravaganti quanto geniali performance artistiche nella vita di tutti i giorni, è un validissimo e talentuoso attore, quindi la notizia ha subito fatto il giro del mondo, suscitando enorme scalpore. Tuttavia nella faccenda c’è un grandissimo “ma” che in molti sembrano, per un motivo o per l’altro, non voler proprio prendere in considerazione.

Presentato al Festival di Venezia del 2015, “Man Down” era stato distribuito in America a dicembre 2016, totalizzando un incasso di circa 450mila dollari; come se non bastasse la versione VOD (Video On Demand) è già disponibile, essendo stato pensato proprio per quel mercato, e secondo il Guardian, a partire dal mese prossimo, sarà messo a disposizione anche in DVD e Blu-Ray.

Cos’è davvero successo, quindi?

Semplice, si tratta di un caso di pessima informazione, come più volte accade quando si tratta di Shia LaBeouf, personaggio pubblico che i media tendono sempre a voler buttare nell’occhio del ciclone per fare notizia. In realtà, oltre ad esser stato scarsamente pubblicizzato in Inghilterra, ed oltre ad aver già fatto la sua comparsa nei cinema americani ed in versione VOD, “Man Down” è stato distribuito in un unico cinema di tutto il Regno Unito, il Reel Cinema di Burnley. Con queste premesse, risulta molto più chiaro come una pellicola con protagonista un attore del calibro di LaBeouf possa aver guadagnato unicamente il prezzo di un solo biglietto, durante il weekend d’apertura.

Man Down

“Man Down” è un film di Dito Montiel in cui il protagonista, magistralmente interpretato da Shia LaBeouf, è un veterano di guerra che soffre di disturbo da stress post-traumatico. Come al solito, la sua performance è stata uniformemente acclamata dalla critica. Il film vede protagonisti anche Jay Courtney, Gary Oldman, Clifton Collins Jr. e Kate Mara, e troverete il trailer in calce all’articolo. LaBeouf si è detto più volte particolarmente legato alla pellicola per via di suo padre, ex veterano della guerra del Vietnam, che di certo non gli regalò a suo tempo un’infanzia felice. La sua carriera cinematografica è iniziata circa dieci anni fa con la saga di Transformers, per poi evolversi e prendere la strada dei film indipendenti, se pensiamo alle sensazionali performance in “Nymphomaniac” vol. I e II di Lars Von Trier, “Charlie Countryman deve morire” e “Fury”, ingiustamente snobbato dall’Academy nel 2015.

Di seguito il trailer di “Man Down”:

Comments

comments

CONDIVIDI
Articolo precedenteKingdom Hearts HD 1.5 + 2.5 Remix – Recensione
Articolo successivoIT: Il successo del trailer e le lamentele dei veri clown

Studentessa ascolana in trasferta all’università di Bologna, ha letto il primo libro all’età di quattro anni e non è più riuscita a separarsi da quel mondo. Appassionata di cinema, musica e serie televisive oltre che di letteratura, sogna di viaggiare tantissimo, sempre, ovunque, vivere mille esperienze e poi chissà. Nel frattempo, aspetta il momento giusto per trasferirsi a Stars Hollow insieme alle ragazze Gilmore, ma si accontenterebbe anche di vivere a Diagon Alley, in un film di Tim Burton, nell’anello temporale di Miss Peregrine o di diventare una principessa Disney. Nel tempo libero combatte Whispers insieme ai sensates della sua cluster.