Home » Intrattenimento » Musica » Poison Garden: debutto per la prima steampunk band italiana

Poison Garden: debutto per la prima steampunk band italiana

Poison Garden, la prima steampunk band italiana, ha debuttato al Traffic di Roma lo scorso 24 marzo.

Ma cos’è lo steampunk? Con questo termine si fa principalmente riferimento ad un genere letterario fantascientifico caratterizzato dalla presenza di una tecnologia anacronistica che prende vita dal vapore (steam in inglese): le ambientazioni di tali opere narrative sono spesso quelle Ottocentesche della Londra Vittoriana, e mirano ad esaltare soprattutto soprattutto elementi meccanici come automobili a vapore, congegni a orologeria, macchine differenziali. 

Da tale movimento, dapprima letterario, poi anche estetico e cinematografico, hanno tratto spunto i Poison Garden, i quali hanno dichiarato l’intento di “fondere le nuove tendenze del rock/metal moderno a elementi dal sapore steampunk per creare un sound ucronistico e ricco di evocazioni” , come si legge sul loro sito.

Attraverso la commistione  di elementi che vanno dalla narrativa ai fumetti, dai videogiochi al cinema, fino ad arrivare ai giochi di ruolo, i Poison Garden vogliono rappresentare in musica un passato alternativo in cui il futuro era già arrivato” , creando però non tanto una moda, ma piuttosto una sottocultura che riprenda i valori del passato, quei valori che hanno un peso e tendono all’immortalità, molto lontani dunque da quelli effimeri e provvisori che caratterizzano la società odierna. Questo, in sintesi, il pensiero dei fondatori della band, Sir. Damian e Madame Anais Noir, rispettivamente chitarrista e cantante-bassista della band.

Il debut-album dei Poison Garden si intitola “A Victorian Carol” ed è caratterizzato da atmosfere grottesche alla Tim Burton, nelle quali sonorità moderne si mescolano a riarrangiamenti di melodie classiche e ottocentesche, il tutto intervallato da effetti che ricostruiscono abilmente rumori di macchine del passato.

Debutto dei Poison Garden a Roma
Presentazione di “A Victorian Carol” dei Poison Garden

 

A Roma, la steampunk band italiana  ha voluto debuttare  inscenando uno spettacolo ispirato ad “Alice nel Paese delle Meraviglie”,  attraverso un mix suggestivo di musica, teatro e gioco che ha catturato lo spettatore col suo surrealismo scenografico e sonoro.

L’album è stato anticipato dal singolo “Human machine” , il cui video è disponibile cliccando il player qui sotto:

Stay rock!

 

Comments

comments

Previous post
Justice League: nuovo trailer ufficiale
Steve Hackett ha pubblicato "The Night Siren"
Next post
"The Night Siren": pubblicato il nuovo album di Steve Hackett

No Comment

Leave a reply