Nel primo episodio, abbiamo visto come montare un modellino Gunpla con il minor numero di imperfezioni possibili e pochi strumenti a nostra disposizione.

Ora, invece, diamo uno sguardo al mondo un po’ più professionale dell’hobby, cominciando dalla rimozione delle cosiddette seam lines.

Esse sono un problema che riguarda prevalentemente HG e NG, ma possono essere trovate anche in MG e, in casi abbastanza rari, PG e RG. Una seam line è la linea visibile tra due pezzi “sandwichati” (ovvero due pezzi incastrati insieme sul proprio asse), come ad esempio armi da fuoco, arti o teste. È consigliabile rimuovere queste imperfezioni, dal momento che detrarranno realismo alla nostra creazione, e soprattutto in certi modelli sono particolarmente oscene.

Il modo più elementare per chiudere le seam lines è usare una colla cement. Questo tipo di colle speciali sono in grado di fondere la plastica, perciò creano un legame molto forte e, soprattutto, riempiono le seam lines con la plastica. Se abbiamo usato abbondante colla cement su di esse, possiamo dire di aver chiuso la linea.

Modellisti più esperti tendono a usare anche lo stucco per questo genere di cose, ma, dal momento che è estremamente tossico e puzza da morire, mi asterrò dall’utilizzarlo per questo modello, anche perché in questo caso non ce n’è bisogno.

 

La colla cement ha bisogno di molto poco tempo per asciugarsi, ma leggermente di più per essere lavorata. La parola chiave del modellismo è la pazienza: non siate troppo frettolosi di completare il modello, ma aspettate il momento giusto per ogni procedimento. La colla cement, di solito, impiega dai 5 ai 15 minuti per asciugarsi e ulteriori 5-15 minuti per essere lavorabile, ma il tipo S usato nell’esempio ha tempi ancora più brevi, perciò è vero che fa risparmiare tempo, ma bisogna essere più rapidi nell’applicarla.

Nel prossimo episodio, utilizzeremo il primer per vedere se ci sono dei pezzi sulla quale sono ancora presenti delle imperfezioni.