Anche la città di Padova ha il piacere di avere un proprio festival del fumetto che sorge quest’anno con la sua prima edizione, noi abbiamo avuto l’onore di farne parte come blog e queste sono le nostre considerazioni.

Il Be Comics si è svolto in tre giorni, 17, 18 e 19 Marzo 2017 e prende come punto di riferimento il festival del fumetto più importante d’Italia, il Lucca Comics. Infatti anche questo festival si è svolto in diverse zone:

Centro Culturale San Gaetano – Area Comics

Prato della Valle – Area Games e Palco

Piazza degli Eremitani – Japan World

Orto botanico – Area Junior

Considerando il fatto che questa è la prima edizione, tutto sommato è stata una bella esperienza. Partendo dall’area Comics che con i classici stand fumettistici riempiva (quasi) la parte interna del centro San Gaetano e lasciava il piano superiore ai piccoli editori emergenti e agli stand di scuole del fumetto e videogames, nonostante ciò, si poteva gestire sicuramente in modo migliore lo spazio al piano superiore visto che si sono lasciati grandi buchi che potevano tranquillamente essere riempiti da altri editori o qualche altro stand. Però tutto questo viene ricompensato, in parte, dalla qualità degli editori in erba che presentavano a questo comics i loro primi lavori e non solo.

Abbiamo avuto il piacere di conoscere alcune giovani fumettiste come Elena Toma, in arte Tonikipappero, che ha pubblicato il suo primo lavoro per Mangasenpai, “Sahaam” e “Energheia” pubblicato con Kasaobake. Abbiamo letto la sua prima opera, Sahaam ed è veramente ben realizzata, sia da un punto di vista grafico e sia della trama che ci regala un fantasy in piena regola. Ed infine un altro esempio è Anita Zaramella, in arte AnitaComics, che ha realizzato un fantastico fumetto tutto comedy chiamato “Dawn of the dead”.

L’area comics finisce qua purtroppo, al piano inferiore erano presente i vari stand di Star Comics, J-Pop, Shockdom, Supergulp e altre case di distribuzione molto note agli appassionati ed al piano superiore insieme agli editori emergenti c’erano due mostre molto carine di “Dylan Dog” e di “Viaggio a Tokyo“, opera realizzata da Vincenzo Filosa. la parte dolente di questo comics arriva adesso purtroppo, infatti l’area Japan e l’area Games erano pressoché vuote e realizzate superficialmente. In un festival di questo calibro per attirare tutti gli appassionati (e non solo) è quasi d’obbligo avere una zona dedicata ai videogames, invece qua purtroppo non c’era nulla, solo giochi da tavolo. Difatti parlando anche con altre persone abbiamo costatato che questa è una grave mancanza, quindi speriamo che nelle prossime edizioni puntino a realizzare uno spazio anche per i videogiocatori. Nella parte Japan purtroppo non erano presenti molti stand, e la maggior parte vendeva merce che si trovava semplicemente nelle classiche fumetterie della zona. Infine per quanto riguarda gli eventi organizzati, possiamo dire che tutto sommato erano ben curati anche se gli eventi della zona palco scarseggiavano molto, tra DJ set ripetuti e ospiti che purtroppo non meritavano quel poco pubblico. L’ultimo giorno invece, con la gara di cosplay si è creata una bellissima atmosfera, anche con l’aiuto dei due super ospiti Giorgia Cosplay e Leonardo Graziano (doppiatore di Naruto e Sheldon da The Big Bang Theory) e che ha visto come vincitrice la cosplay di “Cenerentola” Gloria Boscolo, a cui spetterà il grande palco del Lucca Comics come premio. Anche per la zona comics sono stati invitati diversi ospiti del calibro di Mattia LaBadessa, Officina Infernale e Stefano Intini che insieme agli altri numerosi hanno tenuto diverse conferenze molto interessanti riguardanti l’arte del fumetto e non solo.

Tirando le somme questa prima edizione del Be Comics è stata soddisfacente, sopratutto vedere la città di Padova colorata e animata dai vari cosplay è più che un piacere. Anche se le note dolenti di questo festival si sono fatte sentire come la lontananza da una zona all’altra, la mancanza di videogames e la gestione degli stand che poteva sicuramente essere migliore. Ovviamente detto questo speriamo che nelle future edizioni, si espandi sempre di più e migliorino queste carenze riscontrate quest’anno, vi lasciamo con tre nostre foto scattate ai cosplay più meritevoli della fiera e vi ricordiamo di continuare a seguirci anche sulla nostra pagina Facebook  e sul nostro gruppo sempre su Facebook.