Home » Intrattenimento » Serie TV » The Walking Dead: Una “mazzata” inaspettata

The Walking Dead: Una “mazzata” inaspettata

The Walking dead ha finalmente fatto il suo ritorno nelle case di milioni di spettatori, regalando a quest’ultimo un ritorno al cardiopalma, devastante, unico e spietato.

L’ansia e l’attesa che si sono manifestate in questi mesi hanno colmato lo spazio in attesa di un’esperienza indimenticabile: Chi è la vittima di Negan? Quale dei nostri amati ha perso la vita sotto le percosse di Lucille?

Ecco, ieri la risposta è arrivata e il nuovo personaggio ha fatto il suo esordio in maniera indelebile. La potenza e l’impatto visivo che ha avuto questo personaggio, impersonato in maniera impeccabile da Jeffrey Dean Morgan è stato a dir poco sorprendente e devastante.

the-walking-dead

è uno schifo vero? il momento in cui capisci che non sai un cazzo.

La puntata in questione è sicuramente una delle migliori di tutta la serie, sia a livello tecnico che sentimentale. Infatti oltre alla mastodontica fotografia e regia, ci troviamo davanti ad un massacro vero e proprio che viene rappresentato in maniera impeccabile sia dagli autori che dagli  attori.

La paura nel loro volto è qualcosa che non si dimentica facilmente, specialmente questo forte sentimento è marcato negli occhi di Rick, che si trova indifeso ed impotente davanti alla “grandezza” di Negan, i colpi di Lucille hanno devastato anche il nostro eroe più forte e duro del gruppo rimanendo soltanto le briciole di quello che era in precedenza.

Il nuovo villain ha sottomesso Rick, rendendolo ridicolo ed indifeso davanti al gruppo che lo sceriffo aveva giurato di proteggere ad ogni costo, facendo crollare e distruggere in mille pezzi quella promessa che ha sempre tenuto saldo i protagonisti. Il nuovo cattivone ha completamente sconvolto la psicologia di The Walking Dead aprendo una nuova pagina che si prospetta violenta e oscura.

walkingdead_opt

Potete respirare, sbattere le palpebre, potete piangere…si e come se piangerete

Come avete letto dalle righe in precedenza, non vogliamo anticipare la puntata ma vogliamo analizzare il contenuto, quello che questo prodotto ci ha regalato dopo le aspettative create, che a detta nostra erano complicate da mantenere. Ma ci sono riusciti alla grande.

Tralasciando questo commento scontato dove elogiamo Morgan, per averci regalato questa splendida incarnazione del personaggio che sembra strappato dalle pagine del fumetto e messo in Tv, ed è anche riuscito a dargli un tocco personale ed inaspettato, passiamo alla scena della morte della vittima che è un qualcosa di eccezionale che non vedevamo da anni in una serie Tv.

Si, avete letto bene il rapporto di questa scena con la versione cartacea combacia alla perfezione, ma rende di più che sulle pagine dell’opera partorita dalla mente malata di Kirkman. Nessuno pensava ad una rappresentazione scenica cosi cruda e spietata, accompagnata da una fotografia e una regia fredda che specchiava la scena che ci stava consumando senza esclusione di colpi. Davvero una sorpresa gradita. Davvero un capolavoro. Davvero. The Walking Dead è tornato più forte che mai.

9ff9bc5eb3

the-walking-dead

Una cosa è sicura, i nostri protagonisti non resteranno a guardare…sarà Guerra Totale.

 

 

 

Comments

comments

Previous post
Neruda (2016) - Recensione
Next post
Doctor Strange: la vera forza è nello spirito

No Comment

Leave a reply