Home » Intrattenimento » Comics » Alan Moore annuncia il ritiro dal mondo del fumetto

Alan Moore annuncia il ritiro dal mondo del fumetto

Alan Moore, lo storico scrittore di fumetti inglese annuncia il suo ritiro.

Moore sicuramente è stato una delle icone più importanti del panorama fumettistico. Quest’ultimo fin dai suoi inizi è sempre stato capace di reinventare a suo piacimento le storie che raccontava, mantenendo lo stesso i rapporti che i personaggi avevano con i loro passato.

Con V per Vendetta, Watchmen e Miracleman abbiamo assistito ad una vera e propria rivoluzione, sia dal punto di vista grafico che scritturale, l’autore britannico è riuscito a rivoluzionare la visione che aveva il pubblico e gli scrittori di quel periodo, dando nuova linfa ed insegnamenti preziosi a chi leggeva e faceva fumetto.

Tornando alla notizia, purtroppo durante la presentazione della sua nuova creazione Jerusalem, l’artista ha annunciato il suo ritiro:

“Oltre alle 250 pagine mancanti di Jerusalem, mi sto dedicando alla creazione di un paio di albi di una serie Avatar, ed un  racconto su Lovecraft a cui ho lavorato di recente. Con Kevin O’ Neill stiamo terminando l’ultimo volume di cinema purgatorio e il finale della Lega degli straordinari Gentlemen, dopo queste ultime rifiniture ho chiuso con il panorama fumettistico.

Ho dato tutto per questo mondo, non sarebbe giusto ne per me ne per voi che io continuassi con questo lavoro, le idee sarebbero scarne, trite e ritrite e non è  questo che ci meritiamo.

Per ora mi interessano le cose che non ho mai fatto, e non so fare come ad esempio produrre un film, oppure una grande romanzo letterario. Io so di sapere fare come chiunque altro faccia nel fumetto, Non ho niente da dimostrare ne al pubblico, tanto meno alla mia stessa persona. Apprezzo questo mezzo, ne sarò sempre grato, anche se al momento mi interessano media più interessanti per me.

Sono parole forti di un gigante, un mostro sacro del panorama fumettistico, Alan Moore ha ragione ha dato tanto in questo fantastico mondo, ha regalato opere al pubblico che altri fumettisti nemmeno immaginano, dobbiamo solo ringraziare quest’uomo e augurargli il meglio in tutto e per tutto.

Ecco la conferma.

 

Comments

comments

Previous post
Ho provato Hatsune Miku: Project Diva X
Next post
Dove sono Tony Ciccione e Edna Caprapall?

No Comment

Leave a reply