Home » Games » Videogiochi » Videogames: Tutte le morti reali più strane!

Videogames: Tutte le morti reali più strane!

C’è da premettere che, nonostante il titolo dell’articolo, non si vuole dire affatto che giocare ai videogames sia una pratica dannosa, anzi. Come per qualsiasi attività quotidiana, se viene praticata eccessivamente può avere degli effetti nocivi, ma ciò vale in generale in ogni ambito. Fatta questa premessa, eccovi una rassegna delle morti più strane e insensate dovute, in qualche modo, ai videogames. Enjoy!

Berzerk

Berzerk è uno degli esempi più datati di come un game over possa essere definitivo anche nella vita reale. Nell’Aprile del 1982, un ragazzo di 18 anni di nome Peter Bukowski ha raggiunto un paio di punteggi altissimi prima di collassare per un attacco cardiaco. E’ stato rivelato che il suo sistema cardiovascolare fosse stato compromesso per l’eccessiva agitazione dovuta all’utilizzo del gioco.

 

Everquest

EverQuest, chiamato affettuosamente “EverCrack” o “NeverRest” dai suoi fans, è un MMORPG conosciuto per il modo in cui facilmente porta dipendenza fra i giocatori. Shawn Woolley nel 2002 lasciò il suo lavoro per giocare tutto il tempo. Dopo aver ignorato un invito al ringraziamento da parte della sua famiglia, fu trovato morto davanti al suo computer per una ferita autoinflitta con un fucile.

 

Legend of Mir 3

Questa è certamente da annoverare fra le morti per i motivi più futili. Nel 2005  Qiu Chengwei e Zhu Caoyuan “dropparono” insieme una rara Dragon Sabre Sword, ma Zhu decise di vendere la spada su E Bay senza il consenso dell’amico. Dopo aver ottenuto l’ingente somma di 870 dollari per il raro oggetto, i due non riuscirono a trovare un accordo per la divisione del denaro, e dunque Qiu pugnalò a morte Zhu nel sonno. Bilancio: un amico ucciso per un drop!

 

FarmVille

Ebbene si, anche FarmVille uccide. Alexandra Tobias, una ragazza madre di 22 anni, era talmente dipendente dal gaming che uccise il suo figlioletto di 3 mesi perchè piangendo, interrompeva continuamente il gioco.

 

Nintendo Wii Contest

Nel 2007 la Nintendo Wii era difficile da trovare negli Usa e dunque una stazione radio di Sacramento lanciò un contest per ottenere la tanto bramata console. La sfida era: bere una grande quantità di acqua senza urinare. Una delle concorrenti, Jennifer Strange, mori per intossicazione causata dall’acqua. 16 milioni di dollari persi in una causa e 10 impiegati licenziati per l’emittente di Sacramento.

 

World of Warcraft

Per uno dei giochi più importanti per quanto concerne il multiplayer online, uno degli casi più inquietanti. Rebecca Collen Christie ha trascorso cosi tanto tempo a giocare a World of Warcraft da far  morire di fame sua figlia di 3 anni. 25 anni di galera per la donna.

 

Pokemon Go

Un’app che spinge l’utente ad alzarsi e muoversi sembra una grande idea. Un pò meno quando non fai attenzione all’ambiente che ti circonda. E con l’uscita di Pokemon Go sui cellulari di tutto il mondo, abbiamo l’esempio più calzante. Jerson Loperz de Leon, 18 anni, e suo cugino di 17, si intrufolarono in una casa per catturare Pokemon. La sfortuna ha voluto che il padrone di casa si accorgesse della loro intrusione per poi bersagliarli con un’arma da fuoco. Purtroppo Leon non ce l’ha fatta, e suo cugino fu gravemente ferito.

 

DOTA e Diablo III

Uno dei modi più efficaci per combattere l’ipnosi da videogames consiste nell’avere, ad un certo punto, la forza di alzarsi e fare altro. Ma questo purtroppo non accade sempre e si finisce molto male. Un ragazzo di nome Rustam nel 2015 ha giocato fino alla morte, per 22 ore di seguito, ininterrottamente, a Defense of the Ancients (DOTA). Nel 2012 Chuang, 18 anni, è morto in un internet cafè dopo aver giocato per 40 ore di fila a Diablo III.

 

Slender

Due ragazze di 12 anni da Cincinnati, Ohio, nel Maggio del 2014, hanno pugnalato a morte una loro compagna di classe, 19 volte, pensando di dover uccidere qualcuno in modo da favorire l’apparizione di Slender Man. Ancor più inquietante un caso in Florida, in cui una ragazza di 14 anni ha appiccato un incendio in casa sua, con sua madre e suo fratello più piccolo chiusi all’interno, per ottenere l’approvazione di Slender Man.

 

Comments

comments

Previous post
Nuovi dettagli per Battlefield 1
Next post
Ryan Reynolds paga gli sceneggiatori di Deadpool

No Comment

Leave a reply