Home » Intrattenimento » Cinema » Street Fighter – Il Film è davvero così brutto?

Street Fighter – Il Film è davvero così brutto?

Tutti conoscono il film Street Fighter del 1995 e molti di noi hanno ringraziato Zeus onnipotente per essere nati in quell’anno, così da evitare di spendere 10.000 lire per un prodotto che effettivamente non valeva quella cifra. Altri però la pensano differentemente sul fenomeno cinematografico SF ed incolpano la Capcom di non avere aspettato l’avvento delle nuove tecnologie per portare a casa il prodotto, e nonostante questi problemi, Street Fighter – Il Film sia comunque un buon film per l’epoca in cui ha esordito.

Ricordo ancora come se fosse ieri quando mio Padre mi regalò il Game Boy Pocket con la cartuccia di Super Mario e Street Fighter II, inutile dire che quei due giochi li ho divorati, finendoli in pochissimo tempo e ricominciandoli migliaia di volte. Il giorno che arrivò mio padre con la VHS del film mi sentii il bambino più fortunato del mondo, potevo finalmente vedere il live action dei miei videogames preferiti.

Jean-Claude Van Damme era nel pieno delle sue capacità fisiche ed interpretava Guile, uno tra i personaggi più iconici dell’universo di SF e Raúl Juliá fu scritturato nonostante il suo male incurabile per interpretare Mr Bison, villain portato egregiamente a casa dall’attore. Il film visto con gli occhi di un bambino e con le tecnologie dell’epoca era effettivamente godibile, però, per chiunque avesse più di 10 anni capiva che c’era qualcosa che nel progetto non quadrava.

Quel qualcosa era proprio la storyline, buttata lì proprio per farti andare al cinema, senza infamia e senza lode, un’accozzaglia di personaggi inseriti per un po’ di fanservice e per promuovere il videogioco del film e tanti altri inutili gadget rimasti a prendere polvere peggio del gioco Atari di E.T, un vero e proprio fallimento videoludico. Spielberg la notte ancora ha gli incubi per quanto la sua creatura fosse stata distrutta selvaggiamente in quel modo.

Atari E.T

Molti con cui ho discusso del lungometraggio mi hanno fatto presente che l’importante nel film era la gnocca, in particolare la pop star Kylie Minogue, la quale può essere una gran bella ragazza ma di certo non porta avanti l’interesse nei confronti del progetto.

Kylie Minogue Street Fighter - Il Film

I combattimenti e le scenografie certamente richiamano il gioco, lo fanno anche abbastanza discretamente ma il problema è sempre quello, la storyline non esisteva, era tutta una corsa vero la fine del film.

Le prove degli attori sono tutte ottime, tutti competenti e stuntman di un certo livello, però, prima di dire che Street Fighter – Il Film è il peggior film tratto da un videogioco nel ramo del picchiaduro voglio solo sempre ricordarvi: Street Fighter – La Leggenda o Tekken, quelli sono oggettivamente brutti ed indifendibili perché nati in un’era in cui gli effetti speciali e la tecnologia cinematografica è così avanzata da poter portare ottimi prodotti a casa semplicemente con un po’ di impegno.

In conclusione, Street Fighter – Il film è davvero brutto, però si discosta dall’essere pessimo come i film sopracitati.

Comments

comments

Previous post
Jean-Claude Van Damme in una serie tv
Next post
La Couch Gag Lego mai usata dai Simpson

No Comment

Leave a reply