Home » Games » Videogiochi » SoulsBorne: I boss più emozionanti e difficili

SoulsBorne: I boss più emozionanti e difficili

Ammettiamolo, sono anni che la micidiale saga di Souls affligge i giocatori di tutto il mondo per la sua incredibile difficoltà, ma ciò non toglie che, oltre agli infiniti tentativi per sconfiggere il boss di turno, esistono anche boss facilmente superabili.

In questo articolo però ci proponiamo di analizzare quelli che sono, a mio parere e secondo buona parte della comunità internazionale di gamers, fra i boss più difficili e suggestivi.

Dunque la rassegna che seguirà terrà conto ovviamente anche delle emozioni che gli scontri citati sono in grado di suscitare nel giocatore di turno, che siano angoscia, esaltazione, rabbia, meraviglia e felicità (quest’ultima emerge solo al superamento della sfida purtroppo). Cominciamo dunque a discorrere dei boss del primo celebre titolo della saga Souls per poi arrivare al più recente Dark Souls 3, passando per il sorprendente Bloodborne. Cominciamo subito con Demon’s Souls!

Demon's_Souls_01

  1. Flamelurker

flamelurker

Il Flamelurker è un demone intrappolato nel profondo dello Stonefang Tunnel. Ovviamente resistente all’elemento fuoco, darà filo da torcere ad ogni avventuriero amante del corpo a corpo. I maghi invece potranno sfruttare la sua spiccata debolezza alla magia.

    2. Maneaters

maneaters

I mangia uomini sono demoni volanti situati nella Tower of Latria. Anche in questo caso gli attacchi a distanza possono rendere al giocatore la vita più semplice, ma non più di tanto, considerando la velocità di movimento del nemico e il fatto che ad un certo punto della battaglia verremo attaccati da ben due mangia uomini contemporaneamente.

3. False King

false king

Estremamente resistente ad attacchi fisici, agli elementi e al veleno, il Falso Re è una vera e propria macchina da guerra. Sferzate imprevedibili, velocità sovrumana e onde d’urto magiche in grado di provocare ingenti danni, renderanno il superamento di questo boss una vera e propria impresa. Dopo averlo battuto resterete gasati dal successo per diversi giorni.

 

394409

  1. Gehrman, The First Hunter

gehrman-the-first-hunter

Gehrman è un nemico estremamente veloce e aggressivo.  La maggior parte dei suoi attacchi sono in grado di infliggere danni elevati a cacciatori di ogni livello. La chiave per vincere contro il Primo Cacciatore è l’osservazione e la persistenza. Ha uno stile di combattimento analogo a quello del giocatore, con l’aggiunta di un paio di mosse esclusive davvero niente male.

2. Lady Maria of the Astral Clocktower

Bloodborne™_20151207225457

Sicuramente uno dei boss più spettacolari di Bloodborne e forse della storia dei videogames. Dotata di una vasta gamma di attacchi veloci e micidiali, un’eleganza rara che ricorda personaggi sbucati fuori direttamente da Castlevania e un carisma unico. Senza accorgercene ci si trova a tifare per lei e perdere volontariamente solo per il gusto di farsi colpire dalle sue sferzate raffinate.

    3. Orphan of Kos

kos orphan

Semplicemente il male incarnato, di aspetto orribile, un nemico implacabile, senza pietà e soprattutto veloce in ogni combinazione. Parry quasi non pervenuto. Sconfiggerlo vi farà gridare al miracolo!

 

dark-souls-logo

  1. Artorias The Abysswalker

artorias

Il boss principale del DLC/Prepare to die edition. Il Cavaliere Artorias è uno dei 4 cavalieri di Gwyn. Equipaggiarsi con armature leggere è fondamentale per schivare i suoi potenti attacchi. E’ inoltre suscettibile a danni elettrici e stregonerie. Uomo avvisato!

    2. Ornstein e Smough

la-top-10-dei-boss-piu-tosti-di-dark-souls_jxuc

Entrati di diritto nell’olimpo dei più ardui boss della Souls saga da abbattere, Ornstein e Smough si presentano subito al giocatore senza tanti complimenti ma con una serie interminabile di mazzate e imprecazioni per l’avventuriero incauto. I guardiani di Anor Londo vi daranno moltissimo filo da torcere, appariranno nei vostri peggiori incubi mentre vi occupate di uno e l’altro ne approfitta e vi massacra. Dettaglio non trascurabile rivela che Smough (quello con la “panza” per intenderci) sia anche cannibale! Anche se non divorerà le vostre carni, di sicuro banchetterà col vostro tempo, molto molto tempo.

    3. Manus, Father of the Abyss

manus-father-of-the-abyss-large

Ultimo boss principale del DLC/Prepare to die edition. E’ situato nel Baratro dell’Abisso, egli è fautore della caduta di Oolacile, la corruzione di Artorias e la guerra in Iraq, insomma tutta colpa sua di ogni male del gioco e del mondo. Picchiatore instancabile e maestro della magia oscura, sarà estremamente difficile da battere da soli. Difficile ma non impossibile!

 

14083026074_d1bd0a8981_o

  1. The Rotten

SotFS_Rotten

Questo ammasso di carne putrefatta, catene e cattiveria è uno dei boss più inquietanti di tutta la Souls Saga! Difficile da raggiungere e non di meno da sconfiggere. Probabilmente la prima volta perderete non per la sua forza estrema ma resterete paralizzati dall’orrore che provoca nel giocatore di turno. Degno di un film horror di Clive Barker.

2. Smelter Demon

SotFS_SmelterDemon

Questo Balrog metallico fa la guardia al falò intermedio della fortezza. Molto lento ma estremamente potente. Problema risolvibile con lo scudo grande di Gyrm o col veleno. Ma non sottovalutatelo perché, come per ogni scontro, una distrazione può farti perdere i milioni di anime accumulate con tanto amore!

3. Throne Watcher e Throne Defender

SotFS_ThroneWatcherDefender

La risposta di Dark Souls II ad Ornstein e Smough. Il Difensore fa totalmente affidamento sulla forza, invece il Guardiano punta sulla destrezza. La tattica migliore per questo combattimento è quella di portare a livelli molto bassi gli HP di entrambi i nemici in quanto, se riuscite a sconfiggere uno dei due, il suo compagno lo curerà completamente dopo poco tempo.

 

dark-souls-3-logo

      1.Pontiff Sulyvahn

pontiff-sulyvahn-dark-souls-3-2064cb7b5d14a1372a1e20c6b160118c5

Assolutamente uno dei boss più ostici dell’ultimo titolo targato Souls. Il nostro sacerdote si munisce di armi magiche e infuocate, combo veloci e persino una copia di se stesso, in modo da tener  fede al motto generale della storia di Dark Souls, ovvero “ritenta un numero spropositato di volte e FORSE riuscirai”.

2. Dancer of the Boreal Valley

dancer of the boreal valley

La Danzatrice va a braccetto col sacerdote in quanto a difficoltà. In una prima fase ella ci “grazia” utilizzando una sola spada. Nella seconda parte del combattimento diventa spietata e imprevedibile, ricca di mosse capaci di mandarci all’altro mondo con un sol colpo. In particolare evitate il più possibile la sua combo a due spade, o non vivrete abbastanza per raccontare di averla vista!

3. Nameless King

namelessking2_tc

Il nemico che per aspetto e potenzialità è più vicino a un dio. Si presenta sul suo drago “cromato” e arrabbiato e vi fa subito rimpiangere l’aver oltrepassato l’ennesimo velo di nebbia. Sfrutta la forza del fulmine e la velocità dello stesso per attacchi spettacolari e devastanti.

E col nostro “senza nome” si chiude la rassegna dei boss più emozionanti e difficili della SoulBorne saga. Ma ciò che più importa del nostro viaggio insieme è capire l’importanza di questi titoli dal punto di vista formativo, in quanto la difficoltà spropositata incontrata costituisce un modo costruttivo per educare il giocatore ad affrontare ogni ostacolo prendendolo di petto e con la giusta preparazione, senza mai arrendersi, prima nella vita e poi nei videogames. SO KEEP CALM AND GIT GUD, ALWAYS.

 

Comments

comments

Previous post
DC Comics - Le grandi storie di supereroi!
Next post
Gundam - Preview del FA 78 Full Armor Ver. ka

No Comment

Leave a reply