Home » Games » Modellismo » Gundam – Preview del FA 78 Full Armor Ver. ka

Gundam – Preview del FA 78 Full Armor Ver. ka

Bandai, in questi ultimi giorni, ha rilasciato nuove immagini riguardanti il nuovo kit di Gundam: l’FA 78 Full Armor Ver. Ka., annunciato qualche mese fa. Questa nuova scatola di montaggio fa parte della serie dei Master Grade, caratterizzata da un modello ricco di dettagli, che possiede una grandezza discreta, ma una snodabilità mediocre, ben lontana da quella di un Real Grade.

gundam 2

 

Il Mecha preso in considerazione è uno dei protagonisti della nuovissima serie Gundam Thunderbolt, che, in pochissimo tempo, è riuscita a catturare l’attenzione sia dei fan più accaniti di Gundam, così come quella dei meno appassionati. L’anime racconta la “solita” storia di due piloti-assi di fazioni opposte (la Federazione Terrestre e il Principato di Zeon), che danno vita a intense battaglie ambientate durante la Guerra di un Anno.

gundam3

Analizzando il Robot da queste immagini, si può subito notare che il kit, permette di realizzare una fedele versione del soggetto, ma non con estrema facilità. La presenza di innumerevoli panel line permette al modellista più esperto di metterle in risalto per ottenere un risultato più che soddisfacente, adoperando ovviamente le giuste tecniche (capillarità ad esempio).

g

 

La caratteristica fondamentale di questo kit è la presenza di innumerevoli accessori che rendono il Mecha molto particolare, ma non al livello degli altri modelli. Sul mercato sono già presenti kit con la medesima caratteristica come ad esempio l’ Rx 0 Unicorn Full Armor, facente parte di un altro spin off della serie principale (Mobile Suite Gundam Unicorn).

13867142_576414435895739_976590963_n

Il kit verrà rilasciato in Italia tra qualche settimana. Unico difetto è il prezzo, abbastanza alto rispetto agli altri Master Grade presenti sul mercato. Per gli amanti della serie Gundam Thunderbolt è un pezzo che non può mancare, sarà un piacere costruirlo, anche se un tantino difficoltoso, ma il risultato merita l’esposizione nella propria vetrina.

 

Comments

comments

Previous post
SoulsBorne: I boss più emozionanti e difficili
Next post
Mark Millar a Lucca Comics 2016!

No Comment

Leave a reply