Home » Games » Videogiochi » Dark Souls gioco più difficile? Ma per favore!

Dark Souls gioco più difficile? Ma per favore!

In questo articolo voglio parlarvi di cinque videogames in particolare, e vi assicuro che ce ne sono di più, i quali superano in difficoltà tutti i titoli della SoulsBorne Saga. Creati in tempi più o meno recenti o remoti, sono stati rilasciati con lo scopo di rendere la vita impossibile anche ai giocatori più accaniti, tanto difficili da far sembrare qualsiasi boss “made in SoulsBorne” uno scherzo! Analizziamo il tutto però partendo dal presupposto che i retrogames sono generalmente più difficili degli attuali titoli, nei quali il livello di sfida è stato “adattato” ad un pubblico più ampio.

5) DISCWORLD (PSYGNOSIS)

Discworld è un’avventura grafica “point-and click” in terza persona del 1995. Il protagonista, Rincewind, per progredire deve raccogliere oggetti, parlare ad altri personaggi e risolvere enigmi. In particolare gli enigmi in questione risultano di risoluzione oltremodo ardua ed è per questo che Discworld entra di diritto nella nostra “top five”.

4) NINJA GAIDEN BLACK (TEAM NINJA, TECMO)

Ninja Gaiden Black è un videogioco pubblicato nel 2005 in esclusiva per Xbox. Il protagonista, Ryu Hayabusa, è un ninja dotato di una forza spirituale unica. Si tratta della versione base del gioco Ninja Gaiden a cui sono stati aggiunti due nuovi livelli di difficoltà, fra cui il livello “Ninja Dog” (facilissimo), aggiunta in quanto la difficoltà standard è stata dichiarata dai videogiocatori  troppo ardua da superare. La modalità facilissima si ottiene dopo essere morti tre volte consecutive durante una partita.

3) I WANNA BE THE GUY (MIKE “KAYIN” O’ REILLY)

I Wanna Be The Guy è un platform freeware rilasciato nel 2007. IWBTG è noto per la sua estrema difficoltà. Ogni schermata del gioco è progettata appositamente con il proposito di far morire clamorosamente e ripetutamente il giocatore. Oltre ai tipici “ostacoli” incontrati nei platform come i classici burroni, troviamo nel gioco una serie di elementi contro i quali è impossibile morire senza esserne già a conoscenza. Da precisare che “The Kid”, il protagonista del gioco, va incontro ad una misera fine con un solo colpo, esplodendo di una morte sanguinolenta. Fortunatamente (se cosi possiamo dire per il giocatore), è possibile effettuare un numero infinito di tentativi.

2) BATTLETOADS (RARE)

Battletoads è un picchiaduro a scorrimento sviluppato nel 1991, basato sul gameplay di Double Dragon. I protagonisti, come suggerisce il titolo, sono tre rane antropomorfe ispirate alle Tartarughe Ninja. E’ ricordato per la sua elevatissima difficoltà.

  1. CONTRA (KONAMI)

Al primo posto troviamo Contra,  uno sparatutto a scorrimento prodotto nel 1987 dall’illustrissima casa giapponese Konami. Salvare la terra dagli alieni non è mai stato cosi difficile! Da ricordare che è possibile affrontare in due l’avventura, ma ciò non diminuirà il numero di improperi che urlerete davanti allo schermo!

Comments

comments

Previous post
Stranger Things: qualcosa brilla e non sono solo luci natalizie!
Next post
George Martin con una nuova serie TV dopo GoT

No Comment

Leave a reply