Home » Intrattenimento » Cinema » Silent Hill – Il Film compie 10 anni!

Silent Hill – Il Film compie 10 anni!

Nel 2006 esordì sul grande schermo Silent Hill, la trasposizione cinematografica del famoso videogioco targato Konami. All’epoca tutti ebbero una gran paura che il film non risultasse all’altezza delle aspettative e del videogioco, fortunatamente i detrattori si sbagliavano.

Il film, diretto dal regista francese Christophe Gans è senza ombra di dubbio, la migliore trasposizione cinematografica tratta da un videogioco ma soprattutto, un ottimo film di matrice Horror.


Se Resident Evil o Hitman sono stati stravolti e decostruiti in malo modo, snaturando l’essenza del prodotto e dei suoi protagonisti, Silent Hill – Il Film incarna perfettamente le atmosfere del videogame, i sentimenti e le azioni dei personaggi. Il regista mostra un forte senso di ammirazione per il Team Silent, creatori dei primi quattro capitoli videoludici, creando una storia originale ma con elementi tra primo e secondo capitolo (il più iconico a detta dei più), suscitando l’interesse degli appassionati e la felicità di casa Konami sia in fattori economici che soddisfazioni personali.

Nel film seguiremo le vicende di Rose Da Silva (Radha Mitchell), moglie di Christopher Da Silva (Sean Bean) e di sua figlia Sharon (Jodelle Ferland), intente a raggiungere Silent Hill, nome della città ripetuto più volte nel sonno dalla bambina, scenografia dei suoi incubi e tormenti. Rose un po’ come uno psicologo, mette lei e sua figlia di fronte al problema, affrontandolo in prima persona e avventurandosi nei pressi della città, ma un brutto incidente cambierà le sorti delle due protagoniste, ribaltandone completamente il futuro.

Pyramid Head da Silent Hill - Il FilmGans con Silent Hill – Il Film non cerca in alcun modo di spiegare allo spettatore cosa sta guardando, c’è una forte apertura alla libera interpretazione, si possono seguire le vicende dell’opera senza dover per forza aver giocato ai videogame, ed è questo che rende il progetto interessante, perché riesce a mantenersi in piedi sulle proprie gambe, senza dover citare necessariamente per motivi di marketing. La colonna sonora della trasposizione è stata curata dallo storico Akira Yamaoka, compositore delle soundtrack del videogame e possiamo ritrovare diverse tracce musicali tratte dal capitolo 1 fino al capitolo 4. Sono presenti anche creature che hanno reso importante il prodotto videoludico, primo su tutti il Pyramid Head , Grey Child e le Bubble Head Nurse. Anche l’Otherworld è presente nel film e personaggi come Cybil Bennet, Lisa Garland, AlessaDahlia Gillespie.

Silent Hill non è un normale videogioco, è un’opera colma di filosofia e riferimenti alla letteratura, in particolare a Stephen King, H.P Lovecraft,  al cinema Horror e non di David Lynch, David FincherDario Argento, John Carpenter, Lucio Fulci e all’arte di Francis Bacon, Salvador Dalì e Rembrandt.

Un esempio di come elementi storici della pop cultura se uniti, possono regalare nuove visioni e insegnare indirettamente, qualcosa di interessante allo spettatore. In un mondo dove la NeoTv spopola indiscussa e le persone non vogliono imparare nulla ma crogiolarsi nell’ignoranza, possiamo trovare un videogioco e un film che lasciano qualcosa nella mente di chi guarda, cosa che difficilmente i film Horror di oggi fanno.

In Silent Hill – Il Film c’è l’amore, la dannazione, il tormento e la redenzione.

Tanti auguri Silent Hill – Film, maledetto sia il Revelation per averti rovinato!

 

Comments

comments

Previous post
Cosplayers: Top 10 delle più ricche e famose
Next post
Nuovi Metal Gear e Castlevania in futuro!

No Comment

Leave a reply