Home » Intrattenimento » Interviste » Kojima: Il futuro del gaming è a episodi!

Kojima: Il futuro del gaming è a episodi!

Creare giochi “a episodi” è la moda che impazza in Giappone, e che pian piano si sta insinuando anche in Occidente. La prima cosa che è venuta in mente ai colleghi di Gamespot è chiedere a Kojima cosa ne pensa in proposito, e purtroppo il maestro ha dato risposte non proprio incoraggianti, soprattutto per i vecchi videogiocatori.

A questa domanda, egli ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Per Death Stranding non saprei dirlo, non ne sono sicuro, ma nel futuro penso che la creazione di giochi a episodi sarà un qualcosa che si insinuerà stabilmente e sarei interessato.

Non credo che i film ad esempio arriveranno a durare ancora due ore, poiché le persone chiedono esperienze sempre più veloci  e immediate. Dunque prendersi lassi di tempo brevi per lo sviluppo, rilasciare il prodotto sul mercato, ottenere un rapido feedback dagli utenti e avere quella libertà nella creazione di videogames, penso si applicherà anche al mondo del cinema e della TV.

Questo accade già in Giappone ad esempio. Attualmente abbiamo film che durano due ore ed episodi di serie TV che si aggirano sui 40 minuti, ma in Giappone la situazione è diversa. Abbiamo show giornalieri che durano 15 minuti. Ed è questa la direzione che prenderanno anche i videogames.

Essi verranno rilasciati a episodi della durata di 15 minuti e i giochi di lunga durata diverranno parte del passato”. Pensando a prodotti come quelli rilasciati dalla casa di sviluppo Telltale (The Walking Dead, The Wolf Among Us, Game Of Thrones e il nuovo Batman in dirittura d’arrivo),l’ipotesi del maestro non è affatto da scartare.

twd-telltale-UK-release1
Schermata principale del titolo Telltale dedicato a The Walking Dead.

L’opinione che ha espresso Hideo Kojima circa la creazione di nuovi titoli a episodi è confermata anche solo pensando ad alcuni dei suoi ultimi lavori come Metal Gear Solid: Peace Walker e Metal Gear Solid V, nei quali le missioni di gioco sono state suddivise in distinti episodi, con tanto di scena d’apertura e credits di chiusura.

Il fatto che questo tipo di suddivisione possa essere un bene o meno per i videogiocatori più affezionati e per le nuove leve, è un qualcosa che potremo capire solo a posteriori.

Comments

comments

Previous post
Max Payne compie 15 anni!
Next post
Yakuza 0 uscirà anche in europa!

No Comment

Leave a reply