Home » Intrattenimento » Cinema » Cattivi Vicini 2 – Recensione

Cattivi Vicini 2 – Recensione

Cattivi Vicini 2, sequel del film uscito nel 2014 di Nicholas Stoller con Zac Efron, Seth Rogen, Rose Byrne e nuova aggiunta al cast Chloë Grace Moretz.

Il film in se non si differenzia moltissimo dal precedente, infatti abbiamo sempre la nostra coppia di vicini “adulti” Mac e Kelly che dovranno combattere di nuovo per avere un po di tranquillità nel quartiere, con inoltre l’appoggio dei loro amici Baier (Sam Richardson e Abbi Jacobson). Questa volta i due stanno vendendo la casa, trovano una coppia che è interessata all’acquisto ma  l’agente immobiliare dice a Mac e Kelly che i compratori hanno 30 giorni nei quali possono ritirarsi senza alcuna penalità se scoprono qualcosa nella casa che non li soddisfa. Ed è proprio qui che entra in gioco la new entry Shelby (Chloe Moretz), che con le sue amiche decidono di fondare una sorellanza proprio accanto alla casa dei due, senza scordare il buon Teddy (Zac Efron) che nel film si troverà un po in una situazione di stallo fra i due.

 

Neighbors 2

 

Ebbene si, ci troviamo nella situazione che più si avvicina ad una “Civil War” con da una parte i “vecchi” Mac e Kelly, e dall’altra Shelby e le sue amiche, con un Teddy che fa un po da “Pantera Nera” fra i due. Il ruolo di Zac Efron possiamo dire che fra tutti è quello più riuscito, perchè se notiamo il notevole cambiamento che ha fatto rispetto al precedente film, noteremo un personaggio triste, che all’inizio non ha la forza di volontà per riuscire nelle sue cose, è passato dall’essere il capo della confraternita ad essere un ormai adulto solitario e con poche aspettative e speranze, che grazie ai suoi vecchi amici però riuscirà in parte a colmare queste lacune.  Tutto il film è circondato da una componente comica molto demenziale (come deve essere alla fine) ma che a volte veramente si raggiungono vette altissime di demenzialità che nel primo magari erano più godibili, però riescono sempre a strappare una risata allo spettatore. Ottimo anche il personaggio di Chloe Moretz, eterna ragazza, che a differenza di come si potrebbe immaginare è una ragazza matura, che sa quello che fa e che riesce a capire che l’essere normali è una scelta che vince su tutto.

 

 

 

In conclusione possiamo dire che Cattivi Vicini 2 è un opera molto tranquilla, accessibile a tutti e per chi è sempre stato affascinato dalla classica commedia Hollywoodiana, sicuramente non ne rimarrà deluso, idem per chi ha apprezzato il primo capitolo, anche se personalmente per certi fattori ho apprezzato forse un po di più il precedente capitolo, senza nulla togliere a questo buon film.

 

Comments

comments

Previous post
Amazing Spider-Man 4 (Recensione)
Next post
Petizione per avere i fumetti del Dottore in Italia

No Comment

Leave a reply