Home » Intrattenimento » Cinema » Avengers: differenze tra film e fumetti

Avengers: differenze tra film e fumetti

AVENGERS Chissà se nel lontano 1961 Stan Lee avesse mai pensato che in un ipotetico futuro ci sarebbe stata l’occasione di dare vita e incarnare i suoi personaggi targati Marvel. Invece se pensiamo ad oggi, siamo a 12 film, intrecciati e uniti tra loro, prodotti da un’unica grande mente: Kevin Feige, che ha dato speranza nei sogni di Stan Lee e in tutti i fan Marvel. Considerando soprattutto la Fase I e la Fase II che ha racimolato applausi e positività. Ovviamente non è facile unire così tanti personaggi e così tanto diversi tra loro in un’unica pellicola, ma nulla è impossibile, come diceva Walt Disney, fondatore della Disney, ormai legata anche alla Marvel. Infatti tra Captain America, Iron Man, Occhio di Falco, Thor, Hulk e Vedova Nera è molto difficile gestire caratteri e situazioni. Se nei fumetti è tutto più semplice poiché vi sono mille pagine a disposizione, nel film è tutto ridotto al minimo, gli sceneggiatori devono trasformare anni in giorni e mesi in minuti per creare un giusto rapporto spazio-tempo e far in modo di far capire tutto a chi è davanti allo schermo. Su questo non c’è proprio da preoccuparsi poiché Feige ha sempre chiamato i migliori registi al comando dei grandi film Marvel, tra cui Joss Whedon, i Fratelli Russo, Jon Favreau, James Gunn. Oltre ai registi e gli sceneggiatori Feige ha cercato anche attori di un certo livello e ha preteso che incarnassero, almeno fisicamente, i personaggi dei fumetti. Quindi alla lunga lista di registi e sceneggiatori si aggiunge anche un cast stellato perfetto nella grande casa delle idee. Così oggi parleremo delle differenze tra personaggi nei film e nei fumetti.

Partiamo subito con l’amatissimo Iron Man. Il Tony Stark del film, interpretato dal fantastico Robert Downey JR. si rifà completamente alla versione Extremis, ce lo fa pensare il fatto che è stato rapito in Afghanistan e non in Vietnam. Nei fumetti Tony ha un carattere molto particolare, quasi un altro personaggio rispetto al film: ombroso, arrogante, ambiguo. Altra differenza non poco importante è che il Tony Stark dei fumetti lotta regolarmente con l’alcoolismo, cosa che viene marginalmente inserita nei film in Iron Man 2. Un’altra differenza con il film è l’impegno di Tony con Pepper Potts. Nei fumetti invece Stark ha diverse compagne e mogli e addirittura nella versione Ultimate è sposato con Natasha Romanoff.

Per poi passare a Hulk, l’Hulk dei comics é totalmente diverso dall’Hulk cinematografico, interpretato prima da Edward Norton ne L’Incredibile Hulk e poi in Avengers dal nostro bravissimo Mark Ruffalo. Nel film Hulk è quasi totalmente addomesticato dalle ninne nanne di Natasha Romanoff, cosa impensabile nei comics, proprio perché in quest’ultimi Hulk è conosciuto per avere un evidente doppia personalità: Bruce Banner e Hulk, più problematico. Essendo un personaggio molto particolare è quindi anche molto difficile portarlo sul grande schermo. Per esempio in Planet Hulk e World War Hulk lui è il villain che gli Avengers devono combattere. Un’altra differenza è che nei fumetti Banner non è l’unico Hulk ma ne esistono di diversi, come l’Hulk Rosso, l’Hulk Grigio, Il Maestro, sopravvissuto ad una guerra nucleare, ed infine il potentissimo War Hulk.

Per arrivare a Captain America, interpretato da un bravissimo ed identico Chris Evans. Ci sono molte differenze tra i comics e i film: la prima indiscutibile è che lo scudo non fu forgiato da Howard Stark ma da Myron MacLain, un metallurgico che uní l’adamantio e il vibranio con una soluzione segreta. Mentre nell’albo1 non fu scongelato da Nick Fury ma da Namor, uno dei primi personaggi Marvel. All’uscita dei comics che vedeva protagonista Steve Rogers, quest’ultimo era oggetto di propagande, un personaggio usato per pubblicizzare l’America, candido, a stelle e strisce, in seguito, con un calo di lettori, venne umanizzato di più, fino ad andare contro il Governo degli Stati Uniti e ribellarsi contro la registrazione dei supereroi e scatenare la Civil War. Decisione che gli costerà la vita in quanto proprio nella battaglia Steve morirà assassinato da Crossbones. Un’altra differenza con il fumetto è la sua situazione sentimentale, nei comics infatti ha una lunga relazione con la nipote di Peggy Carter, Sharon. Mentre nel film con Peggy.

Thor invece, è altrettanto complesso: interpretato da un epico Chris Hemsworth, quando veste i panni del Dio di Asgard con il suo affidabile martello seguito dai suoi poteri. Mentre quando è sulla terra veste i classici panni di Donald Blake, un medico. Hemsworth sul grande schermo si rifà ai fumetti di Ultimate Thor (senza elmo e meno massiccio). Il rapporto con gli Avengers è molto complesso, essendo un Dio, soprattutto con Stark che all’epoca di Civil War creò un suo clone. Thor quando è ad Asgard è impegnato con la guerriera Sif, mentre sulla terra nei panni di Donald Blake è impegnato con Jane Forest.

Clint Barton, che veste i panni di Occhio Di Falco, interpretato da Jeremy Renner, è molto diverso dai comics: per prima cosa, il Barton che vediamo sul grande schermo è l’Occhio Di Falco dei fumetti Ultimate. Nei fumetti Occhio Di Falco appare loquace e carismatico, e ha una particolare e appariscente maschera che completa il suo costume. Altre differenze sono che nei film è presentato come un collega e amico di Natasha Romanoff, mentre nei comics è un ex carcerato, assassino e ingaggiato successivamente dallo S.H.I.E.L.D. dopo avergli potenziato la vista e reso un tiratore eccezionale. Occhio Di Falco nei fumetti ha una concezione della famiglia molto particolare, in uno dei fumetti è sposato con Barbara Morse, uno dei personaggi della serie tv Agent’s Of Shield, in Ultimate è sposato con Laura e ha tre figli, mentre nel film Age  Of Ultron si vede per la prima volta nei panni di padre e marito.

Natasha Romanoff cioè Black Widow interpretata da Scarlett Johansson nei comics è una spietata eroina, assassina e potenziata in laboratorio, mentre nella versione Ultimate addirittura fa il doppio gioco con Loki. La versione di Natasha Romanoff che vediamo sul grande schermo è quello dell’albo uscito nel 1977 dove il rosso dei capelli sostituisce il nero classico. Nei fumetti la Romanoff è fredda e poco incline a sentimentalismi ed emozioni quindi è improbabile che potrebbe mai innamorarsi di uno come Bruce Banner, come vediamo in Age Of Ultron.

Sicuramente uno degli Avengers più affascinanti è Visione, interpretato da Paul Bettany. Nei comics Visione, dopo essere nato da una costola di Ultron, pian piano impara a conoscere le sue emozioni fino ad affezionarsi ed innamorarsi e sposare Scarlet Witch, cosa che in Age Of Ultron purtroppo non viene inserito. Visione ha molti poteri, tra cui la telecinesi e l’invisibilità. Un’altra differenza è che la gemma che ha in testa non è una delle gemme dell’infinito, come abbiamo visto in Age Of Ultron.

Per arrivare all’ultimo Avengers visto al cinema: Ant Man con le sembianze nel film di Paul Rudd. Il film si basa sul secondo Ant Man, ovvero Scott Lang. Infatti la Marvel nel corso del tempo ha affidato la tuta restringente a diversi personaggi, Hank Pym, il creatore, Erik O’Grady ed infine Scott Lang. Nei fumetti, a differenza del film, non è il dottore che chiama Lang ma lui stesso che ruba la tuta per salvare la dottoressa che avrebbe dovuto salvare sua figlia malata. Infatti nei comics Lang è un impiegato della Stark Industries, e fa di tutto per salvare la sua bambina dalla malattia che l’ha colpita. Nel film invece è contattato dal dottore e la sua bambina è in salute con l’unico problema che l’ex moglie di Lang non ha piacere che la figlia stia con lui. A differenza degli altri Avengers nei comics Scott è sottoposto a eventi che lo mettono in difficoltà sia fisicamente che psicologicamente, che lo mettono a dura prova e quindi sembra sempre molto restio e per le sue. Nel film invece ha un carattere molto pungente e divertente, quasi comico, come abbiamo potuto vedere anche in Captain America: Civil War.

Comments

comments

Previous post
The Unworthy Thor: Odinson è di nuovo degno?
Next post
La Knightmare Edition tratta da BVS!

No Comment

Leave a reply