Home » Intrattenimento » Serie TV » Gomorra 2 – La Serie: recensione episodi 9-10

Gomorra 2 – La Serie: recensione episodi 9-10

gomorra 2 la serie*ATTENZIONE L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER*

Gomorra 2 continua il suo percorso attraverso i 12 episodi, di cui 10 già mandati in onda su Sky Atlantic, e con un record di ascolti che accompagnano morti, denunce, mancanze, sensi di colpa e rimpianti. Così finalmente si entra nel vivo della serie. Mancano solo due episodi e tra i clan è ufficialmente iniziata la guerra, sigillata dalle morti di due personaggi, Rosario O’Nano e Gabriele O’Princip. Intanto Don Pietro Savastano rimane a guardare l’Alleanza che pian piano si frantuma dall’interno, merito dei suoi piani, lenti ma studiati bene. Genny in queste puntate sembra mancare più che mai, e da protagonista passa a personaggio secondario. D’altronde la sua nuova vita a Roma con la compagna incinta del suo primo figlio e gli affari vanno bene. Scianel e Ciro continuano la loro vita: la prima impegnata ad organizzare la festa per il ritorno del figlio, Lello, uscito dal carcere. Il suo problema principale però è la nuora che non gliela racconta giusta, troppo ambigua e che le sta cominciando a dare molti problemi. E il secondo impegnato nella lotta contro Don Pietro Savastano, pronto più che mai a riprendersi tutto e tutti. Il sangue continua a scorrere tra le strade di Secondigliano e oggi in questo nuovo episodio ci lascia un altro personaggio: O’Track. La sua è stata una storia travagliata segnata da un percorso lungo ma intenso, in continua evoluzione, da spacciatore a capo di una banda e quindi in un modo o nell’altro doveva essere eliminato perchè troppo impulsivo.

La regia è cambiata di nuovo, dopo le sorprendenti puntate precedenti dirette da Claudio Giovannesi la palla passa a Francesca Comencini, tornata dalla 4° puntata, ovviamente il tutto supervisionato da un attentissimo Stefano Sollima che non delude mai. Il focus della serie non cambia, anzi, sembra più cattiva e pericolosa della precedente stagione. Gli sceneggiatori stanno continuando a riempire gli ultimi episodi con mille colpi di scena e nulla sembra scontato o prevenuto ma una continua sorpresa.

Il nono episodio racconta e mette in scena la felicità di Donna Annalisa, detta Scianel, per la scarcerazione del figlio Lello. Pronta ad organizzare una festa per dare il benvenuto. Ma qualcosa la turba: i flussi negativi provengono dalla nuora, Marinella, che dopo sette anni è stanca di vivere questa vita e di consolarsi con l’autista di Scianel. Quest’ultima, scoperto il tradimento dei due, uccide il suo autista scatenando l’infelicità di Marinella che cerca in tutti i modi di scappare e a soccorerla è Patrizia. Quest’ultima sicuramente non lo fa per pietà della ragazza, ma sotto comando di Don Pietro che cerca in tutti i modi di rompere definitivamente questa alleanza e togliere Scianel dal giro. Così i ragazzi di Secondigliano organizzano l’attentato a Lello, salvato, per ben due volte, da morte sicura con il Track. Ed è proprio quest’ultimo che alla fine sconterà le pene di questa guerra, dopo aver minacciato il figlio di Scianel e tentato di ucciderlo, ora la Iena vuole la sua vendetta per suo fratello Zecchinetta e nessuno scamperà ad una madre arrabbiata. Intanto Marinella è fuggita ed è andata a denunciare Scianel ed il figlio alla polizia. Un tema molto importante questo introdotto nella serie, il tema della denuncia. Dopo tante morti, tante scuse e tanti passi falsi finalmente qualcuno che trova il coraggio per denunciare tutto e a farlo è la moglie di un boss.

Il decimo episodio vede contrastare le opinioni di chi ritorna sui vecchi passi e da vecchie conoscenze: Scianel, decisa più che mai, racconta tutto a Don Pietro, ma quest’ultimo non vuole che nessuno gli metta i bastoni tra le ruote. Ciro, più umano e ragionevole rispetto ai primi episodi, non riesce più a tenere le redini dell’Alleanza e non sembra più riuscire a fermare l’arrivo di una nuova guerra tra clan, la situazione gli è ormai sfuggita di mano ma come ben sappiamo ha un ultimo asso nella manica: Genny. Quest’ultimo in questa seconda stagione, a parte i primi episodi, sembra più marginale. Una nuova vita? Un ennesimo cambiamento? Dei ripensamenti? Una cosa è certa in questo decimo episodio: Don Pietro Savastano è tornato e finalmente è al posto che gli spettava da tempo ormai, riprese le sue piazze, i suoi uomini e il suo lavoro più nessuno può fermarlo. Dall’altra parte Ciro è speranzoso ma soprattutto deciso a mantenere viva questa Alleanza che sembra non aver pace.

Gomorra 2 ritorna con l’appuntamento settimanale il Martedì su Sky Atlantic dalle 21:10!

Non perdetevi le ultime due puntate.

Comments

comments

Previous post
Walter White e un ovetto Kinder: la strana accoppiata
Next post
J. K. Simmons: Nuovo look per il ruolo del Commissario Gordon

No Comment

Leave a reply