Home » Intrattenimento » Serie TV » Gomorra 2 – La Serie: il finale della seconda stagione (recensione)

Gomorra 2 – La Serie: il finale della seconda stagione (recensione)

gomorra 2 la serie in foto salvatore esposito Gomorra 2 – La Serie è tornata con l’appuntamento settimanale il Martedì alle 21:10. La serie evento prodotto da Sky ha incassi da record, con diversi numeri positivi da parte della critica, del pubblico e del mondo social. Distribuita in 150 paesi nel mondo, con una media di 1.160.000 spettatori sintonizzati, milioni di visualizzazioni e commenti sui vari social che si interessano della serie, come i 100.000 tweet settimanali in cui si discute dell’andamento della serie, arrivando a contare 21.500.000 social audience dal 1 maggio al 10 giugno.

L’effetto positivo non sta solo nella produzione esecutiva di Roberto Saviano, o nella regia di Stefano Sollima oppure nelle straordinarie musiche dei Mokadelic, ma anche e soprattutto nella bravura degli attori che rendono unici i personaggi. Marco D’Amore, Salvatore Esposito, Fortunato Cerlino, Marco Palvetti, tutti attori che hanno una sola cosa in comune: l’amore per il teatro. Perchè tutti gli attori che sono stati scelti per la serie vengono dal teatro. Dopo il successo mondiale della prima stagione, e la seconda stagione che oggi termina il suo corso, la serie è già stata confermata per una terza stagione, dove sono trapelate anche delle immagini dal set, e si vocifera anche una conferma per una quarta stagione. La serie è ormai un cult, che riprende le vicende da molto vicino dei boss locali della malavita della provincia di Napoli, a Secondigliano.

Vicende che Saviano spiega e racconta anche nel suo romanzo, da cui è stato tratto anche un film, che accadono sotto gli occhi di tutti realmente e che narrano una triste e cruda realtà. Oggi Gomorra ha terminato la seconda stagione, una stagione che abbiamo aspettato per due anni e che ha risposto a tutti i dubbi e le domande che la prima ci aveva lasciato. In questo nuovo capitolo, ormai chiuso, ci hanno lasciato molti personaggi, a cui noi eravamo anche molto affezionati, sono subentrati altri e le morti hanno superato i nuovi arrivi, le strade di Secondigliano non hanno mai smesso di sporcarsi di sangue. Tra personaggi che hanno affermato il loro vero carattere, altri che hanno nascosto delle verità e altri ancora che non hanno saputo stare al proprio posto, questa seconda stagione è stata piena di sorprese, soprattutto queste ultime due puntate!

L’undicesimo episodio comincia con lo scontro dei tre poteri rimasti a Secondigliano: Ciro, Don Pietro e Genny. Il primo, con l’Alleanza ormai morta e sepolta, può contare solo su se stesso e chiede a tutti i suoi uomini di uccidere Don Pietro e tutto il gruppo formato intorno a lui. Quest’ultimo, dopo l’evasione dal carcere, è riuscito a riprendersi tutto ciò che aveva prima: rispetto, dignità e il potere. Così mentre cerca Ciro, incontra O’Zingariell che si pente e passa dalla parte del Boss Savastano, che gioca anche questo asso nella manica per attirare Ciro nella sua trappola. I piani non vanno come previsto e a Don Pietro non resta che eliminare il giovane ragazzo.

Di certo questa è una delle tante vittime che va’ ad aggiungersi alle altre che il Boss ha voluto eliminare, tra cui anche Lello, il figlio di Scianel. Alla lunga scia di sangue che si sta lasciando dietro Don Pietro, vuole che ci sia anche il sangue dell’immortale, rimasto solo ma con un ultima possibilità: l’aiuto di Genny, e cerca di convincerlo a passare dalla sua parte. L’uccellino però ha ormai lasciato il nido, trasferendosi permanentemente lì con la sua nuova famiglia, impegnata nel matrimonio tra i due fidanzati, Azzurra e Genny, quasi genitori.

Ed è proprio nell’undicesima puntata che si svolge e si conclude un magnifico matrimonio, i due confermano il loro amore sotto gli occhi di Dio e di tutta la famiglia. Azzurra e Genny però decidono di abbandonare la cerimonia e festeggiare privatamente, mentre durante la cerimonia il padre di Azzurra verrà arrestato, poichè poco prima un fratello di uno dei collaboratori più fidati di Don Giuseppe, che era stato risparmiato, verrà arrestato e testimonierà tutto alla polizia. Infine Patrizia, convinta che il suo dovere sia terminato, decide di andare via.

Ma Don Pietro non riesce a lasciarla andare, in tutto questo tempo da parte del Boss sono cresciuti dei sentimenti verso questa ragazza all’apparenza così forte ma dentro tanto fragile, e così le chiede di trasferirsi da lui e la ragazza accetta. Durante la notte i sentimenti dei due si trasformano in passione.

Nel dodicesimo episodio, finale di stagione, i colpi di scena sono moltissimi: Genny confessa ad Azzurra che a far arrestare suo padre è stato lui stesso, perchè voleva essere lui il numero uno. Intanto Ciro saluta la figlia che sta per andare a scuola, scortata da molti uomini, purtroppo nel tragitto incontrano diversi problemi tra cui persone che aprono il fuoco e uccidono gli uomini che stavano proteggendo la bambina, infine Malammore, sotto comando di Don Pietro, uccide la figlia di Ciro. Ormai, eliminati quasi tutti, manca la persona più importante, una persona che gli ha portato via qualcosa di molto caro. Ma prima di uccidere Ciro, decide di fargli provare lo stesso dolore che prova lui, uccidendo una persona fondamentale per quest’ultimo.

L’immortale non si sente più così immortale e decide di partire via, da solo, come è rimasto ora, e ordina ai suoi ragazzi di dividersi i soldi rimasti. Di soldi discute anche Genny con il padre intanto, che afferma di aver sempre mandato la droga al Boss ma che lui non l’ha mai pagato. Quando Don Pietro chiama Genny per vederlo subito, quest’ultimo parte e cerca Ciro, distrutto dal dolore, il gesto che fa Genny vale più di mille parole: gli consegna una pistola e va’ via. Ciro capisce tutto. E Don Pietro invece di Genny, vede arrivare davanti a lui il suo nemico, Ciro, faccia a faccia. E proprio davanti la tomba di Donna Imma, Ciro uccide a sangue freddo il Boss Savastano. E mentre qualcuno muore, qualcun’altro nasce, ed infatti Genny è in ospedale e vede nascere il suo primogenito: Pietro Savastano.

Di morti importanti è stata piena questa seconda stagione di Gomorra, personaggi secondari di cui ci eravamo affezionati e personaggi importantissimi che abbiamo dovuto salutare per forza. La terza stagione è confermata ed è anche in cantiere, con la speranza che superi anche le prime due in audience e sintonizzazioni. Non ci resta che aspettare il 2017 per scoprire cosa succederà!

Comments

comments

Previous post
Donald Glover si unisce al cast di Spiderman
Next post
MCU: Una possibile lista della fase 4

No Comment

Leave a reply