“Dead no More” scritta da Dan Slott si rivela essere una saga importante.

Infatti da alcuni mesi giravano notizie e rumor su una nuova storyline intitolata Daed no More. Oggi finalmente sono stati diffusi alcuni dettagli ufficiali, tra cui il titolo che sarà “The Clone Cospiracy”, tradotto nella nostra lingua, la cospirazione del Clone.

Quest’ultima sarà scritta dall’attuale sceneggiatore di Spider-Man, ovvero Dan Slott, insieme a Jim Cheung che si occuperà dei disegni. La miniserie uscirà in America ad ottobre 2016, data che coinciderà con i numeri  16, 17 e 18 della testata regolare che vede protagonista l’arrampicamuri.

Lo scrittore afferma che questa saga avrà forti ed importanti ripercussioni.

Una delle succose novità rivelate su questa storyline e che in Dead no More presenzierà una vecchia conoscenza dei lettori degli anni 90 che hanno avuto modo di apprezzare la celebre Saga del Clone. Ovviamente si tratta dello sciacallo.

Slott riapre il fattore della clonazione, e promette avvenimenti diversi dal passato che andranno ad influenzare non solo gli eventi della storia, ma altereranno anche le leggi che regolano la vita e la morte.

Le premesse sono interessanti, resta solo attendere l’uscita della nuova storyline partorita da Dan Slott che si preannuncia essere qualcosa di diverso e interessante. Staremo a vedere.

Qui abbiamo un assaggio di una delle possibili cover:

clone-1-6188b

Qui potete leggere alcuni articoli che riguardano Spider-Man, Micheal Keaton sarà l’AvvoltoioAmazing Spider-Man: Recensione.

Ecco un estratto della nostra recensione del secondo numero di Amazing Spider-Man:

Continua in maniera buona, fresca ed elegante la serie dedicata al tessiragnatele, firmata da Slott e Camuncoli. Nonostante le varie critiche allo scrittore, che sicuramente non è a livello delle classiche storie di Spider-Man, qui non facciamo proprio nessun paragone visto che non c’è, ma la scrittura è discreta, si lascia leggere non è il male assoluto. Poi se proprio odiate Slott…beh c’è Camuncoli che solo con le sue matite vale almeno una sfogliata in fumetteria. Tanto cosa vi costa?