Home » Intrattenimento » Cinema » Captain America Civil War: le (tante) differenze con il fumetto

Captain America Civil War: le (tante) differenze con il fumetto

13227950_992878247457176_444251137_nE’ molto raro che un film segua le orme dei libri o dei fumetti. E se si tratta di film Marvel il discorso vale ancora di più. Ovviamente quando si prende ispirazione da un libro o da un fumetto per creare e dare una vera e propria immagine, una voce, una struttura al personaggio bisogna seguire per filo e per segno tutti i particolari che lo rendono protagonista dell’opera. Per la Marvel questo è sempre stato difficile, infatti non tutti i film della grande casa delle idee seguono i veri fatti, per esempio Avengers, Spiderman, Captain America e così via. E quindi tra milioni spesi e casting per trovare i volti perfetti, la Marvel si è rimboccata le maniche. Comunque non ci si può lamentare, anche perché in qualcosina la Marvel ha accontentato i suoi fan puritisti, anche tra morti rimandate e villain obbligati a rinunciare ai loro poteri. Oggi ci soffermiamo in particolare su Civil War, le varie differenze tra il comic e il cinecomic scritto da Mark Millar, disegnato da Steve McNiven e pubblicato nel 2007. Il fumetto spiega le due diverse opinioni che si creano e si scatenano in una vera e propria guerra civile: da una parte c’è chi vuole difendere e dall’altra chi mettere in mostra i propri diritti, soprattutto dopo i fatti accaduti in America, c’è chi incolpa gli Avengers. La Civil War è un contratto tra il Governo e gli Avengers, che prevedeva e pretendeva che ogni supereroe si sarebbe dovuto smascherare in modo da esercitare il proprio dovere sotto gli ordini dello Stato. Si creano due schieramenti: da un lato c’è Cap, il soldato dal grande cuore che non potrebbe mai vivere sapendo di essere smascherato al mondo. Dall’altra parte c’è Iron Man, schietto, preciso, intelligente e menefreghista, che pensa che il mondo ha bisogno di sapere chi sono le persone che lo proteggono. Tra il film e il fumetto ci sono molte differenze, come già detto, la prima è la causa che scatena la Civil War: nel fumetto tutto comincia per colpa di un villain, Nitro, che rade al suolo un intero paese, provocando molte vittime, tra cui donne e bambini. Nel film, diretto dai Russo brothers, la causa viene scatenata per i numerosi disastri in numerose città, New York e Sokovia le ultime. Lo Stato non può più appoggiare gli Avengers, che, come dicono nel film, non sembrano più supereroi ma vigilanti. Ultima città vittima di questi disastri é Lagos in Nigeria, quando Scarlet Witch cerca di allontanare una bomba messa in funzione da Crossbones, finisce in un palazzo provocando milioni di morti. Un’altra differenza é Spiderman, nel fumetto già grande e maturo, con alle spalle anni di esperienze e villain combattuti, decide di dire ‘‘ a Tony Stark e appoggiarlo nella battaglia, smascherandosi anche in una conferenza stampa. Nel film invece troviamo il debutto per la prima volta del giovanissimo Tom Holland nel ruolo di Spiderman, rivederlo sul grande schermo è sempre un piacere, se poi è simpatico, inesperto e insicuro e con un nuovissimo costume ci piace ancora di più! Altra differenza che si sente parecchio sono delle mancanze: Deadpool, X Men, Fantastici 4, Wasp, Punisher, Namon, Daredevil, Doctor Strange, chi causa di diritti, chi causa problemi personali quindi assenze giustificate non ci sono potuti essere ed hanno lasciato il campo di battaglia ai personaggi che siamo soliti vedere con qualche presenza in più molto gradita come Pantera Nera, Bucky e Ant Man. Infine ultima differenza è il finale: nel fumetto Cap si arrende, perde la vita con la vittoria di Iron Man quindi Tony Stark che viene messo al timone dello S.H.I.E.L.D. cominciando l’Iniziativa dei 50 Stati. Nel film tutto ciò non accade poiché Civil War é un trampolino di lancio per Infinity War dove vedremo tutti i personaggi della Marvel contro un unico supervillain: Thanos.

Comments

comments

Previous post
Un accordo tra Fox e Marvel Studios?
Next post
Capitan America e "Hail Hydra": la verità (Spoiler)

No Comment

Leave a reply