Come alcuni sapranno, all’edizione 2016 del Comic-con di Napoli c’è stata la proiezione dell’anteprima(di ben due mesi) della nuova serie tv Outcast, prodotta dalla Fox, insieme agli attori della serie, Patrick FugitPhilip GlenisterReg E. CatheyWrenn Schmidt dove subito finito la proiezione si è intrapreso ad un beve panel, pieno di domande e risposte inerente alla serie.

Parlando della serie

Oucast è una serie tv horror tratta dal omonimo fumetto, scritta da Robert Kirkman (autore anche di The Walking Dead), di cui cito:

“Outcast sarà una serie che vi farà appassionare e restare incollati alla sedia”

Nella serie abbiamo 6 protagonisti principali:

  • Patrick Fugit che interpreta Kyle Burnes;
  • Il reverendo Anderson, interpretato da Philip Glenister;
  • Il capo del dipartimento di polizia Giles, interpretato da Reg E. Cathey;
  • La sorellastra di Kyle, Megan Holter interpretata da Wrenn Schmidt;
  • Agente di polizia e marito di Megan, Mark Holter, interpretato da David Denman;
  • Ex abitante di Rome, interpretato da Scott Porter (non compare nel primo episodio).

Trama

Tutto sembra svolgersi nella cittadina di nome Rome, in Virginia, Kyle Barnes(Patrick Fugit), dopo una vita tormentata da possessioni demoniache che hanno afflitto lui e i suoi cari, cerca di trascorrere la sua vita alienandosi quanto più possibile dal resto della società. Dopo un incontro fortuito con il reverendo Anderson, un prete che aveva tentato di aiutarlo da bambino, questi gli chiede aiuto per un esorcismo da compiere su un bambino con il quale apparentemente non ha legami. Tuttavia, scopre presto di essere direttamente coinvolto in tali nuove manifestazioni soprannaturali, accorgendosi nell’occasione di come il suo sangue abbia un effetto repellente nei confronti del demone. Insieme a Anderson, decide quindi di provare a comprendere cosa si nasconda dietro tali esternazioni demoniache e quale sia il suo ruolo.

outcast-kirkman-cover

Dal fumetto alla serie tv

Secondo Kirkman la trasposizione dal fumetto al piccolo schermo sarà quasi del tutto totale, infatti dopo aver visto il primo episodio, non ho notato delle grosse differenze.

La scelta del cast e molto accurata, scegliendo attori, che oltre alla somiglianza, interpretassero al meglio il personaggio scelto.

outcast

Opinione del primo episodio

Il primo episodio è stato molto bello ed appassionante, con ritmi un po lenti, ma per essere il primo episodio deve lasciar che lo spettatore assimili per bene ogni scena fatta e sperar di saltare da sopra la sua comoda poltrona. Le scelte di montaggio sono ben curate sembrando una sorta di mix tra Mr.Robot di Sam Esmail e The Walking Dead, rimanendo una serie unica del suo genere.

Le immagini sono ben dettagliate, oscillando da una scala fredda con colori freddi ad una scala calda con colori chiari e accentuati.

Alla fine?

Outcast è una serie che va guardata aspettandosi che possa accadere di tutto, da un bambino indemoniato alla rinascita di una storia ormai perduta, con dei toni ruvidi ma che vi lascerà con la voglia di vederlo fino alla fine.

Qui sotto vi lascio il trailer preso dal canale youtube della Fox International: