Home » Intrattenimento » Cinema » Gomorra 2: una morte importante

Gomorra 2: una morte importante

la-potente-processione-del-terzo-episodioGomorra 2 non si ferma, non più, e prosegue la sua lenta ascesa al potere mediatico attraverso Sky che la trasmette in onda ogni martedì dalle 21 su Sky Atlantic, un doppio appuntamento ormai fisso per i fan della serie, che non basta neanche più. Ormai il ritmo di questa seconda stagione lo conosciamo bene, lento ma conciso, semplice ma d’effetto: come le prime due puntate, anche queste due si sono focalizzate prima su un personaggio e poi su un altro.

Ovviamente come in ogni carneficina non mancano i colpi di scena e le vittime, dati dalle mille perdite in ogni puntata, e anche nella 2×03 troveremo una grande e sfortunata morte. Per ogni perdita però si ritrovano vecchi personaggi e se ne incontrano nuovi, tra cui le due new entry, tutte al femminile, Cristina Donadio che interpreta Scianel, una donna dal sangue freddo e senza peli sulla lingua, e Cristiana Dell’Anna che interpreta Patrizia, una giovane ragazza con un passato ancora troppo duro da digerire: orfana e prima di tre fratelli da accudire, nonché nipote di Malammore, volto già noto che incontriamo di nuovo molto volentieri. Come i primi due episodi, anche le puntate 3 e 4 sono molto lente, protagonisti, insieme a Ciro di Marzio e Salvatore ConteGenny e Pietro Savastano, la regia, la fotografia e la colonna sonora che fanno da padroni assoluti.

L’episodio 3 si concentra sul boss Conte, che vediamo già nei primi minuti della puntata dubbioso, ambiguo e stanco, ma soprattutto diviso: tra religione e amore, tra il lavoro e l’amore, tra la dignità e l’amore. Chi vincerà alla fine? Infatti il boss si sta frequentando con un trans delle case celesti, e lo fa clandestinamente poiché fa credere a tutti di stare con la sorella. Già qui si notano i primi dubbi: un fedele come Salvatore Conte andare contro la religione? Ma tempo al tempo. Insieme a questo neanche gli affari vanno granché bene: la nuova alleanza con Ciro e le piazze chiuse a causa delle manifestazioni da parte dei cittadini contro la droga, guidati dal parroco del paese, rendono il tutto più difficile e l’economia rallenta.

Dall’altra parte ci sono altri due protagonisti: Genny e Pietro, che silenziosamente si fanno strada verso la loro casa. Infatti i piani di Don Pietro sono quelli di ritornare a Secondigliano, con l’aiuto di Malammore e sua nipote Patrizia. Genny, di canto suo, ha fame di vendetta e per fare ciò deve ritornare anche lui.

Infine, al capo di ogni filo, c’è sempre lui: Ciro, un cammino il suo fatto di doppi giochi, macchinazioni, vendette e colpi bassi. Un cammino che vuole vedere il suo arrivo in cima, sopra tutto e tutti. Ma la strada da fare è ancora tanta ed è molto faticosa, fatta di lotte e guerre che vedranno spargimento di sangue.

Il primo sangue di cui si è macchiato questo cammino è quello di un personaggio alla serie molto caro, infatti la scelta di eliminarlo ha fatto molto discutere i fan. Stiamo parlando di Salvatore Conte. Ormai gli affari non vanno più bene, Ciro e Scianel, insieme a tutto il clan sono stanchi di Conte e dei suoi giochi: Ciro ha deciso, il boss deve essere eliminato. Così in una impressionante e delicata processione del paese di cui è originaria la mamma di Conte, in cui quest’ultimo partecipa, Ciro decide di intervenire. Il colpo di scena si manifesta quando nel momento in cui sembra che il coltello dalla parte del manico ce l’ha Conte, passa subito a Ciro, uno degli uomini di Conte lo tradisce e lo uccide, lasciandolo morire nel suo sangue.

In conclusione i due episodi di Gomorra 2 hanno di gran lunga superato i precedenti due, molto più ritmati e molto più veloci. Ancora tanto di cappello alla fotografia, alla regia e agli sceneggiatori. Ma soprattutto i complimenti vanno al grandissimo attore Marco Palvetti, sicuramente sarà una mancanza di cui soffriremo ma Gomorra 2 ha ancora tanto da mostrare, per questo: nun sapimm che c’aspett!

Comments

comments

Previous post
Lavorare nella redazione di BOPC
Next post
Chris Hemsworth ridisegna Thor

No Comment

Leave a reply