Home » Intrattenimento » Comics » Recensione Daredevil #1 della Nuovissima Marvel

Recensione Daredevil #1 della Nuovissima Marvel

Daredevil di Soule trascina subito la città in uno stato di inquietudine e instabilità, il tutto diventa più nero e i contorni dei criminali assumono tratti sadici ed inquietanti.

 

Daredevil è sempre stato uno dei personaggi più maturi e profondi della Marvel, le sue storie hanno lasciato un segno indelebile nel cuore degli appassionati specie se a metterci le mani sono autori immortali come Frank Miller.

Il successo odierno di  questo personaggio è arrivato grazie alla serie prodotta da Netflix, i produttori non sbagliano una puntata e riescono a portare la caratterizzazione di Matt Murdock estrapolando la vera essenza che trasuda nei comics, sul piccolo schermo creando una marea di appassionati che aspettano con ansia le nuove stagioni.

Il rilancio

Dopo gli eventi che hanno sconvolto l’universo Marvel durante Secret Wars, anche Daredevil come gli altri personaggi è stato rilanciato in una nuova testata prodotta da Soule e Garney, il primo numero è già in tutte le edicole e le fumetterie con cover regular e variant.

Trama

Daredevil è a New York, il Diavolo custode ritorna nella sua città a combattere il crimine, ma qualcosa è cambiato,un nuovo villain è in città, i criminali lo gridano con voce impattante e intensa quando incrociano i pugni devastanti di Devil, Diecidita si fa chiamare, è una presenza violenta, atroce, mistica e malvagia e sta seminando il panico per le strade.

Ma Daredevil non è più solo, un’altra figura lo accompagna in questa sanguinosa battaglia. Blindspot si fa chiamare. Il braccio destro del diavolo. Una figura misteriosa e intensa che riserverà grandi sorprese.

Daredevil e Blindspot
Daredevil e Blindspot

Analisi

Nel complesso è un primo numero davvero di alto livello, ti immerge subito nella sua ottica è diretto. Violento. Profondo.

Le pagine scorrono veloci, rapide, e dinamiche con una sceneggiatura ben curata e senza sbavature, non sarà di certo una novità o chissà che capolavoro, ma riesce ad alternare il ritmo tra le scene action e i dialoghi, non annoiando mai il lettore, e non pasticcia sui cambi di inquadrature centrando perfettamente il fulcro della scena in questione, senza tralasciare alcun particolare.

Il Devil di Soul trascina subita la città in uno stato di inquietudine e instabilità, il tutto diventa più nero e i contorni dei criminali assumono tratti sadici ed inquietanti. Il tutto accompagnato dal rosso e nero del costume del diavolo.

Daredevil combatte

Sul piano grafico invece, non si teme di gridare al capolavoro ogni vignetta è un dipinto, un’opera d’arte illustrata in maniera geniale e singolare infatti i disegni e soprattutto i colori  rispecchiano il modo di vedere le cose con gli occhi di Matt, calando lo spettatore nei panni del diavolo, caricando gli sfondi di colore nero e rosso contornato di sfumature graficamente superbe che rispecchiano alla grande gli eventi in cui sono coinvolti i personaggi non lasciando al caso neppure una sola tonalità.

Il tratto della fisionomia di Daredevil è semplicemente geniale, è una potenza visiva, il carattere del personaggio si rispecchia nella matita di Garney che ci regala tratti che si fondono perfettamente con la sceneggiatura accompagnando le sfumature macabre e profonde che la penna di Soule ci offre.

Daredevil dice Boo

Conclusione

Questa nuovissima Marvel offre prodotti di qualità e ottime storie, Daredevil sicuramente non è da parte, anzi si posiziona di forza tra i migliori rilanci della casa delle idee, grazie a sceneggiatori di una capacità inimitabile come Soule, che riesce a portare avanti una storia che ha come leitmotiv il tribunale non annoiando mai mantenendo un ritmo alto e incalzante.

Il tocco di classe è di Garney che porta nelle pagine di questo fumetto delle opere d’arte che potete ammirare ad ogni vignetta portando a galla tutte le idee e il marcio che lo scrittore vuole evidenziare.

Comments

comments

Previous post
Dope One: dal successo di "Dopera" ai nuovi progetti
Next post
Kilgrave tornerà nella seconda stagione di Jessica Jones

No Comment

Leave a reply