Home » Intrattenimento » Cinema » Civil War – Approfondimenti su… Pantera Nera

Civil War – Approfondimenti su… Pantera Nera

Pantera Nera è uno dei personaggi che forse ha suscitato più curiosità, in Captain America: Civil War, forse più di Spiderman.

Prima di fare una analisi su questo personaggio e sul perché sia stato inserito nel film, andiamo ad analizzare la sua storia cartacea!

Pantera Nera, il cui vero nome è T’Challa, è un personaggio della Marvel creato da Stan Lee e Jack Kirby. Oltre alla sua carriera da supereroe è il Sovrano, Protettore e Leader religioso del Regno di Wakanda, florida nazione del Nordafrica, tra le più ricche e tecnologicamente avanzate grazie ai suoi immensi giacimenti di vibranio. Pantera Nera è uno degli uomini più intelligenti del mondo, un vendicatore, un politico, ed un membro degli illuminati, che ha deciso dimettere la sua vita, il suo genio ed il suo essere al servizio dell’umanità, ma è conosciuto altresì per essere il primo supereroe nero della Marvel.

Nato come principe del Wakanda, dopo piccole peripezie e conflitti politici interni contro i fratelli avidi di potere, si lega al mondo americano con i Fantastici Quattro, i Vendicatori e gli Xman, sposando quindi la mutante conosciuta come Tempesta.

Il Pantera Nera fumettistico è un genio, con un QI elevatissimo, venendo classificato tra le otto persone più intelligenti sulla terra, ha una laurea in fisica, conosce l’alchimia, e sopratutto, conosce tutte le lavorazioni del vibranio, ovviamente la variante del Wakanda, di cui parleremo più tardi. A livello di combattimento, conosce molti stili di lotta, che mischia con la sua fantastica capacità acrobatica, riuscendo ad esempio a combattere in modo letale con la capoeira. In quanto detentore del titolo di Pantera Nera, ha ingerito l’erba a foglia di cuore, che gli ha donato in primus un legame mistico con la Dea Pantera Bast, per aumentargli la forza, la velocità, i riflessi, la resistenza, un fattore rigenerante niente male, ipersensi di ogni tipo. Nel corso della storia, prende anche il titolo di Re Dei Morti, titolo che gli conferisce poteri, conoscenze e ricordi di tutti gli individui che hanno rivestito il manto di Pantera nera in passato, nonché l’abilità di controllare i non morti.

Il suo costume è in fibra di Vibranio, immune  a proiettili di basso calibro, armi da taglio, ed è dotato anche di un supercomputer interno. Ma il suo potere migliore è l’immunità diplomatica. Anche il suo esercito non è male, visto che ha le armi più potenti al mondo.

Prima di andare alla versione cinematografica, farò una piccola distinzione sul Vibranio:

  • Wakandiana: Variante che grazie alle sue caratteristiche assorbe l’energia vibratoria nelle sue vicinanze come le onde sonore, e questa energia rimane conservata tra i legami delle molecole che formano il vibranio. Come risultato, il vibranio che ha assorbito questa energia, diventa quasi indistruttibile, ma nel caso venisse distrutto, esploderebbe in maniera distruttiva.
  • Antartica: Si trova in Antartide, nella Terra Selvaggia. Il vibranio antartico emana vibrazioni che indeboliscono i legami molecolari dei metalli ad esso vicini, sciogliendo qualsiasi metallo solido nelle sue vicinanze.

Il Vibranio appare, nel MCU, in Iron Man 2 per migliorare la sua armatura, ma non viene nominato, mentre ha un ruolo centrale in Captain America: Il primo Vendicatore, dove Howard Stark lo utilizza per realizzare lo scudo di Steve Rogers. In Avengers: Age Of Ultron, il vibranio è uno dei cardini della storia, in quanto Ultron si reca in Wakanda per rubare il vibranio e fabbricarsi un esoscheletro più potente.

Dunque ora arriviamo al Pantera Nera nel film. Capitan America: Civil War inizia col botto e con una scelta particolare, introduce Pantera Nera (Chadwick Boseman), uno dei personaggi più belli del film con un arco narrativo giusto, scene d’azione con una coreografia epica, ed una presenza scenica imponente. Ma la cosa curiosa è che è stato inserito “a cazzo de cane“, senza un film in solitario prima, film che dovrebbe uscire nel 2018! Ma perché lo hanno messo così? Jo Russo, il regista, ha confessato che si aveva bisogno di un eroe da inserire, uno abbastanza libero da rapporti con gli altri eroi, con una posizione nella “guerra”abbastanza neutrale, un punto di vista nuovo senza reflussi di coscienza dati da rapporti di amicizia con gli Avengers. Quindi l’ingresso di Pantera Nera non è merito di un Kevin Feige visionario, ma di un bisogno dei Russo, un bisogno che si è rivelato vincente, perché questo personaggio è uno dei migliori del film.

Ora analizziamo per bene il personaggio: Abbiamo già detto sopra la sua storia, appunto, figura importante dell’universo Marvel, guerriero mistico di livello, come si è posto invece nella trasposizione su pellicola?

 

Chadwick Boseman

Quando la Marvel Studios ha annunciato la fase tre, con un film in solitario su Pantera Nera, si sono alzati i cori, cori che sono diventati ancora più potenti quando abbiamo appreso che Pantera Nera avrebbe debuttato in Civil War!

Il Film introduce T’Challa come principe, che è presente assieme al padre durante la firma degli accordi di Sokovia. Quando il padre muore, T’Challa arriva come Pantera Nera in cerca di vendetta, vendetta che lo porta subito a scontrarsi contro il Team Cap, e dopo alcune battaglie, in cui mostra una intelligenza alla pari di Tony Stark, capirà anche la storia intorno alla morte del padre.

In tutti i momenti in cui appare Chadwick chiunque si accorge di una semplice verità, lui è nato per interpretare la parte della Pantera Nera, in modo regale, con una profondità di carattere fantastica, che gli fa rubare la scena a chiunque. Pantera Nera ha una grazia felina, dimostrata sia quando combatte Il Soldato D’Inverno, sia in abiti civili, e qualsiasi scena di combattimento con lui presente, può essere tranquillamente considerata la migliore scena di combattimento tra tutti i film della Marvel. Ma è la scena finale in cui Pantera Nera si dimostra un personaggio profondo e brillante: Mosso dalla vendetta, si ferma, vedendo Zemo come una persona finita e consumata, e mentre Iron Man continua a combattere contro Capitan America e Bucky, il principe sceglie una strada diversa, la giustizia, che ci porta alla scena finale stupenda, mostrandoci anche il Wakanda.

Finisco con una piccola osservazione: dopo la firma degli accordi, si dimostra una piccola ipocrisia, visto che il Wakanda firma per un controllo sulle attività superumane, per poi permetterle, una ipocrisia che ci dimostra un conflittuale rapporto tra padre e figlio, che forse verrà approfondito del suo film Stand Alone. Aspetto con ansia questo film con Boseman, diventato ormai, con un solo film, iconico, come ha fatto Robert Downey Jr con Iron Man.

Qui l’approfondimento su Zemo.

Qui l’approfondimento su Crossbones.

Comments

comments

Previous post
Civil War - Approfondimenti su... Crossbones
Next post
Barone Zemo e Captain America: Civil War - Approfondimenti sul villain mascherato

No Comment

Leave a reply