Basato sull’omonimo personaggio dei fumetti, Civil War è il sequel di Captain America: The Winter Soldier, ed il tredicesimo film del MCU, il primo della fase tre. Lo sviluppo di questo film è iniziato nel 2013, ed è stato diretto dai fratelli Russo, a seguito dei risultati positivi ottenuti da Winter Soldier. Tra i vari personaggi che compaiono, e sono tanti, fuoriesce per una decina di minuti Crossbones, interpretato da Frank Grillo, già visto nel capitolo precedente.

Su questo approfondimento ci concentreremo sul personaggio di Crossbones, da molti definito il Boba Fett della Marvel, e come prima parte del nostro approfondimento andremo a vedere chi è e come nasce la sua controparte cartacea:

Nei fumetti, Crossbones è uno dei mercenari più pericolosi dell’intero universo Marvel, almeno sul pianeta terra, un assassino letale che ha combattuto più volte contro Capitan America arrivando anche ad ucciderlo (non è morto veramente, ma comunque si, gli ha sparato con un fucilone da cecchino e lo ha lasciato morente a terra),  condividendo con lui un rapporto di odio e vendetta. Il punto massimo della sua carriera lo troviamo in Civil War (il fumetto), dove spara alla spalla di Capitan America, che trova poi la morte a causa di Sharon Carter controllata mentalmente, mentre in Fear Itself è uno dei personaggi principali che causa tutti gli eventi che troverete nella saga. Il fedele del Teschio Rosso viene arrestato, ma poi viene fatto evadere da Sin, figlia del gerarca nazista. Allo stato attuale, sfregiato ed in fuga, Crossbones milita nell’HYDRA.

Come nel fumetto, Corssbones non ha nessuna capacità sovrumana, ma è un campione nel combattimento corpo a corpo, capace a combattere in tantissimi stili diversi, potendo combattere ad armi pari con Capitan America, al punto di esser considerato il miglior studente di Taskmaster. Oltre a queste abilità è un ottimo pilota, un maestro nelle armi da fuoco ed armi bianche, esperto nell’arte della tortura. In tutto ciò, non essendo inumano, è stato comunque esposto alle Nebbie Terrigene ed ha sviluppato la capacità di emettere fiamme dalla testa, fiamme alle quali non è immune, tant’è che rimane sfregiato. Per fortuna perde questo potere stupido.

La versione MCU di Crossbonesè molto diversa, inizia come Agente SHIELD, poi entra nella squadra d’assalto STRIKE, compromessa dall’HYDRA. Dunque Crossbones fa il doppio gioco, rimanendo coinvolto nella distruzione del Triskellion, dove sopravvive ma rimane gravemente ustionato.

Come ritorna nel film?

Sappiamo tramite un preludio a fumetti, The Rise Of Crossbones, che una volta portato in ospedale, alla fine di Winter Soldier, viene curato, e lui, gentile e cortese, ammazza la dottoressa e scappa dall’ospedale; con un potente inganno “venite a prendere la roba che ho da vendervi” fa venire dei membri dell’Hydra, che ammazza, perché si. Perché si? Si presuppone che nel periodo passato in ospedale l’Hydra abbia fatto esperimenti su di lui, e che lo abbia curato, perché oltre alla sua armatura, lo vediamo resistere senza particolari problemi al taser di Vedova Nera. D’un tratto, lo vediamo lì, a Lagos in Nigeria, nel tentativo di rubare questa arma biologica, dove assistiamo alla sua tragica fine, un suicidio, per uccidere Capitan America, per quelli che sembrano i futili motivi di vendetta.

Ma veramente si tratta solo di un personaggio messo quei quindici minuti per dare colore ed azione al film, oppure ha un senso? Crossbones si vendica da una vita, si vendica dello Shield, tradendolo, che lo ha sempre bistrattato, si vendica dell’Hydra, che a quanto pare ha giocato con il suo corpo, e si vendica con Capitan America, visto come colpevole delle sue disgrazie. Sotto questa ottica, troviamo un Crossbones rivalutato? Purtroppo il cattivo e sadico personaggio interessante dei fumetti, nel film viene smunto da quel carisma che lo mantiene vivo ma diventa un simbolo, diventa un simbolo di vendetta contro un gruppo che lo ha abbandonato dentro un edificio, diventa un martire, che porta avanti una causa di pura vendetta, diventando una conseguenza funesta delle azioni di Capitan America, mostrando una cosa importante in quei pochi minuti, ovvero l’intera trama del film, il potere e le conseguenze (Che ho analizzato meglio nell’articolo su Zemo).

Voi che ne pensate del personaggio di Crossbones? Ritornerà in qualche modo?

Qui l’approfondimento sul Barone Zemo.

Qui l’approfondimento su Pantera Nera.